sc1512 di sc1512
Ominide 5764 punti

-Il popolo dei Longobardi-

I Longobardi sono responsabili della fine dell’Unità dell’Italia, divisone che durò fino al 1561.

Essi arrivarono in Italia nel 568, sotto il dominio Bizantino, provenendo dall’Ungheria, anche se essi erano originari della Penisola Scandinava.
Sono un popolo che si sposta in massa, caratterizzato da una cultura primitiva e rozza.
Non accettano la struttura amministrativa romana, che regredisce.
I Longobardi sconfiggono i Bizantini, ai quali rimangono pochi terreni: Ravenna (Capitale Bizantina), Roma, alcune parti della Puglia, Sicilia, Sardegna e Corsica. Quindi l’Italia è contesa tra questi due popoli.
I Longobardi però a loro volta si suddividevano in tribù, chiamate “fare”; ognuna era comandata da un “duca” (capo).
Iniziano anche ad eleggere un re nei momenti di necessità. Ma dopo l’uccisone del re che fece trasferire i Longobardi in Italia, non vi furono altri re per 10 anni.

Col tempo però anche i Longobardi persero il loro potere, principalmente a causa degli attacchi dei Bizantini e dei Franchi. Un altro punto a loro sfavore è la religione essendo Ariani, infatti i Longobardi attaccavano il Papa a Roma, ma vennero bloccati dai Franchi e dalla persuasione dello stesso Papa e per questo dovettero restituire alcuni territori da loro conquistati al Papa.

Hai bisogno di aiuto in Storia Medievale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email