pexolo di pexolo
Ominide 6527 punti

Longobardi - Origine e organizzazione sociale


L’avvento dei Longobardi in Italia, che attraversano le Alpi nel 568 e in pochi anni sottraggono importanti territori ai Bizantini, rompe l’unità politica e culturale che segnava l’Italia fin dall’antichità; per la loro particolare struttura sociale e per le modalità con cui fondarono un nuovo regno in Italia sono stati interesse di studio di molti storici.

Origine

Secondo la Storia dei Longobardi di Paolo Diacono, autore dell’VIII secolo, essi giungono in Italia con l’aiuto di guerrieri di altre etnie sotto la guida di re Alboino in un numero stimabile fra i 100 e i 150 mila uomini. Essi erano una gens con un proprio mito d’origine, cioè una comunità che credeva di avere un’ascendenza comune e di provenire dalla Scandinavia. Tuttavia, sappiamo per certo solo che verso l’inizio del V secolo si erano spostati dalle foci dell’Elba all’odierna Ungheria, zona di confine tra il mondo barbarico e l’impero bizantino, con cui avevano intrapreso rapporti di carattere militare.

Organizzazione sociale

I Longobardi erano un «popolo in armi» guidato da un re e da un’aristocrazia di cavalieri che trovavano fondamento nell’attività della guerra, tanto che il principale simbolo regio era la lancia, l’arma tipica dei cavalieri. Ma il potere del re non aveva quel carattere sacrale che spesso contraddistingueva i sovrani germanici, infatti il suo titolo era elettivo: il re veniva scelto fra gli arimanni (uomini liberi) dal gairethinx, cioè dall’assemblea degli uomini liberi. Nella piramide sociale, sotto di essi stavano gli aldi, limitati da precisi vincoli d’ordine giuridico ma con una propria autonomia, soprattutto economica, quindi c’erano i servi, schiavi privati di ogni diritto a cui veniva affidato il lavoro nei campi e la pastorizia. Le famiglie erano raggruppate in fare, organizzazioni aventi funzioni militari e guidate dai duchi, intermediari tra il re e gli arimanni. Quando giunsero in Italia, i Longobardi erano cristiani ariani nei ceti dirigenti, mentre gran parte del popolo conservava i culti religiosi di tradizione germanica.
Hai bisogno di aiuto in Storia Medievale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email