pexolo di pexolo
Ominide 10532 punti

Anno Mille - Espansione agraria


Dal punto di vista demografico, l’anno Mille si colloca grossomodo a metà di una lunga e graduale crescita della popolazione, dall’VIII alla metà del XIV secolo, che la fece raddoppiare in Italia e in Francia, triplicare in Inghilterra e in Germania. Tuttavia, non si trattò di una crescita repentina e violenta, piuttosto di una fisiologica ripresa dopo il blocco alla fine dell’economia imperiale. Grazie a nuove tecnologie (mulino ad acqua, giogo frontale dei bovini, collare del cavallo, nuovo modo di attaccare l’aratro, ferratura, rotazione triennale) venne aumentato lo sfruttamento delle fonti energetiche. La diffusione di queste invenzioni è databile fra l’XI e il XII secolo, sebbene già dal IX la rivoluzione tecnologica era iniziata in alcune aree del centro-nord, più adatte ad accoglierla per motivi di clima e di suolo (alta piovosità, terreni profondi). Ma ancor più influente del miglioramento delle tecnologie fu l’allargamento degli spazi coltivati, dovuto alla nuova pressione demografica, soprattutto nell’Europa del nord, dove il bosco era venuto ad occupare la maggior parte del paesaggio. Con la promessa dell’esenzione fiscale, i signori convincevano la popolazione a coltivare nuove zone delle curtes o delle circoscrizioni di villaggio ancora incolte: nascevano così le «villenuove» e i borghi «franchi» (cioè esenti). Al X secolo risalgono accordi tra proprietari che forniscono terra, sementi e materiali ai contadini, impegnatisi a pagare un canone quando la terra avrebbe cominciato a produrre. Tra l’XI e il XII secolo si cominciarono a ricavare nuovi terreni dall’acqua, attraverso il prosciugamento degli acquitrini e la creazione di dighe. Questo fenomeno fu favorito dalla crisi del sistema curtense, cioè della bipartizione fra parte dominica e massaricia, a cui si accompagnò l’alleggerimento dell’obbligo delle corvées per i contadini, che ebbero tempo e modo di ottimizzare in maniere diverse le proprie rendite; i proprietari sollecitarono le innovazioni, intervenendo nella programmazione economica e patrocinando il processo di colonizzazione. Comunque, dal punto di vista economico, l’anno Mille e il secolo XI non rappresentarono una cesura determinante, ma vissero il continuo della trasformazione delle tecnologie e dell’ampliamento della terra coltivata iniziati un secolo prima.
Hai bisogno di aiuto in Storia Medievale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove