VIP 2446 punti

PAESI BASSI

Economia,guerra e società
Il periodo compreso tra la metà del 500 e la metà del 600 è stato chiamato dagli studiosi ''secolo delle guerre di religione''.In questi conflitti violenti il nemico non era solo l'armata avversaria ma anche le popolazioni civili.
Quando Filippo 2° successe il padre Carlo 5° sul trono spagnolo si trovò a governare su un territorio di vaste dimensioni che comprendeva oltre alla Spagna anche i Paesi Bassi, i possedimenti americani,il Ducato di Milano e il Sud della penisola italiana. I Paesi Bassi erano un area molto ricca e suddivisa in 17 province per lo più affacciate sul mare. Grazie a questa posizione, nel corso del 500 erano diventati centri mercantili di primo ordine. I Paesi Bassi data la loro ricchezza erano un territorio di primaria importanza per la Spagna. La corte di Madrid vi imponeva tasse molto pesanti e ciò provocava un profondo mal contento nella popolazione. Il dominio spagnolo era sopportato a fatica anche per un'altro motivo di tipo religioso. Filippo 2° riteneva suo dovere di re e di cristiano far rispettare il cattolicesimo ai sudditi, cercò quindi di sdradicare le idee protestanti con durissime persecuzioni.

I Paesi Bassi si ribellano
A poco a poco, l'ostilità dei Paesi Bassi nei confronti della dominazione spagnola divenne fortissima. A Bruxelles una folla armata si radunò davanti al palazzo della governatrice Margherita di Parma per chiedere la fine delle persecuzioni cristiane. La situazione precipitò e in numerose città i protestanti presero ad assaltare chiese,monasteri e conventi. La risposta di Filippo 2° non si fece attendere: inviò nei Paesi Bassi un'esercito guidato dal duca d'Alba per schiacciare la ribellione dei ''pezzenti''.
I cattolici fino ad allora fedeli alla Spagna cominciarono a lottare accanto ai protestanti per l'autonomia del paese. La guerra si trascinò per lunghi anni. Le truppe spagnole in rivolta per non aver ricevuto la loro paga saccheggiarono Anversa e uccisero 8000 abitanti. Le province protestanti del Nord si dichiararono indipendenti e si associarono per formare la Repubblica delle Province Unite. La Spagna cercò di riconquistare questi territori senza riuscirci.
Filippo 3° scese a patti con gli insorti e si accordarono per una tregua di 12 anni. Ogni provincia era governata da un assemblea in cui sedevano nobili e mercanti e da un'autorità militare. Negli stati europei la presenza di confessioni religiose diverse provocava gravi problemi, qui invece calvinisti,luterani e cattolici vivevano gli uni accanto agli altri senza scontrarsi.Gli abitanti ritenevano importante concludere affari e non preoccuparsi delle convinzioni religiose delle persone.

Hai bisogno di aiuto in Storia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità