Video appunto: Unione Europea - storia della formazione

Unione Europea - storia



I fondatori dell'Unione Europea sono: Konrad Adenauer dalla Germania, Alcide de Gasperi dall'Italia, Jean Monnet dalla Francia, Robert Schuman dal Lussemburgo e Paul-Henri Spaak dal Belgio. Le principali istituzioni dell'Unione Europea sono il Consiglio dell'Unione Europea, il Parlamento Europeo, la Commissione Europea, la Corte di Giustizia e la Corte dei Conti.

Il Consiglio europeo riunisce tutti i capi di Stato. Il Comitato economico e sociale europeo e il Comitato delle regioni sono organi consultivi. La Banca centrale europea è un organismo finanziario indipendente.

L'euro è entrato in vigore il 1° gennaio 2002.


L'UE è riconoscibile attraverso una serie di simboli, i più notevoli dei quali sono disposti in un cerchio di stelle su sfondo blu.
Su questo sito vengono visualizzati anche altri simboli, come l'inno europeo e la moneta dell'Unione Europea.
La bandiera europea
Le dodici stelle disposte in cerchio simboleggiano gli ideali di unità, solidarietà e armonia tra i popoli d'Europa.
La melodia scelta per simboleggiare l'UE deriva dalla Nona Sinfonia di Ludwig van Beethoven, composta nel 1823.
Gli ideali alla base dell'Unione Europea sono stati fissati per la prima volta il 9 maggio 1950 dal ministro degli Esteri francese Robert Schuman. Ecco perché questa data è stata scelta per celebrare la Giornata dell'Europa.
"Uniti nella diversità" è il motto dell'Unione Europea.
Mostra come, in tutta l'UE, gli europei sono riusciti a lavorare insieme per la pace e la prosperità, preservando al tempo stesso la ricchezza delle diverse culture, tradizioni e lingue del continente.
"Per cittadinanza dell'Unione si intende chiunque abbia la cittadinanza di uno Stato membro, istituita dal trattato di Maastricht e completata dal trattato di Amsterdam". La cittadinanza dell'Unione costituisce un legame tra i cittadini e l'UE per lo sviluppo di un'opinione pubblica e di un'identità europea. I cittadini europei hanno diritti legati alla loro cittadinanza e garantiti dai trattati:
- Il diritto di trasferirsi e risiedere, lavorare e studiare sul territorio di altri Stati membri;
- Diritti civili e politici;
- Alcune garanzie legali.
Gli europei, siano essi cittadini dell'UE o meno, hanno anche diritti fondamentali che l'UE si impegna a rispettare.
Il Parlamento europeo è l'assemblea parlamentare dell'Unione Europea. Svolge una funzione di controllo ed è l'unica istituzione europea eletta direttamente dai cittadini. Insieme al Consiglio dell'Unione europea, è una delle due camere che esercitano il potere legislativo nell'Unione. Tuttavia, i loro poteri non sono identici e devono convivere con i poteri che il Trattato riserva agli Stati. Il Parlamento ha la sua sede ufficiale a Strasburgo, dove si riunisce per una settimana al mese in seduta plenaria. Le commissioni parlamentari si riuniscono invece a Bruxelles. Il Lussemburgo ospita invece i servizi amministrativi della Segreteria.
Per molti elettori, oltre 388 milioni, è la seconda Assemblea parlamentare più grande del mondo tra quelle scelte in elezioni democratiche, dopo la Camera del Popolo dell'India. Dal 1979, ogni cinque anni, in tutti gli Stati membri si svolgono contemporaneamente le elezioni per l'elezione dei membri dell'Assemblea. I nuovi Stati membri entreranno a far parte dell'Unione Europea durante il periodo, per eleggere i loro membri del Parlamento, il cui mandato termina al termine dello stesso, o per nomina speciale o per elezioni legislative popolari.