Mongo95 di Mongo95
Ominide 6475 punti

Il potere delle Giunte in Spagna


La Giunta di legislazione deve raccogliere e mettere per iscritto, facendone un corpo giuridico unico, le leggi fondamentali del Paese, da opporre al dominio straniero e sulla cui base ricostruire lo Stato. è un obiettivo certamente moderato, ma dal novembre 1809 la guida all’interno della Giunta passa a personaggi come Romanillo e Arguelles, che hanno diverse priorità. Ora la Giunta di legislazione dovrà scrivere una vera e propria costituzione, un testo unico e nuovo. Problematico è anche come convocare le Cortes, con quali poteri: farlo come in passato per ceti, oppure tutte assieme. Cortes limitate temporalmente o organi permanenti? Si questi problemi si occupano due Giunte della Commissione per la Costituzione. Commissione che era sempre stata nominata il tal mondo, dato che doveva ricercare le leggi della costituzione storica della Spagna, in senso lato. Quindi in suo ausilio si ha la Giunta di legislazione e la Giunta de ceremonial de Cortes, relativa alle formalità necessarie per la convocazione. Il dibattito si sposta principalmente su queste ultime. Non tutti sono d’accordo nel celebrare questa antica istituzione rappresentativa. Uriortua redige una relazione, mettendo in dubbio la loro storia gloriosa e significato positivo. Inizia a prendere piede l’opinione di chi le voleva ora diverse: mai avevano meritato il nome che portavano, soprattutto a partire dalla Cortes di Toledo del 1539, che mai erano state importanti per via delle opposizioni di clero e nobiltà all’introduzione di imposte, con il risultato di non venire più convocate, come accaduto in Castiglia. Allora si era passato solo ai rappresentanti delle città. Ma perchè dunque riconvocarle in tre ceti, se per secoli erano state sinonimo di rappresentanza soltanto di uno? Dal 1539, di fatto, non c’era più stata rappresentanza nazionale, ma soltanto di ordini. Quindi la decisione finale nella Commissione e di non riconvocare più le Cortes del passato, ma organi che si basano sulla coincidenza di interessi tra rappresentanti e rappresentati. Rappresentanti del Popolo, della Nazione. L’identità di interessi è l’unica che può garantire reale rappresentanza. Il punto di riferimento non devono più essere i ceti, ma la popolazione.
La Giunta centrale continua nel suo lavoro, ma, costretta dall’avanzata francese, si sposta da Madrid a Siviglia e poi all’Isla de Leon, per infine arrivare a Cadice, dove si trasforma in un governo provvisorio ristretto, il Consiglio di Reggenza.
Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze