Video appunto: Seconda Guerra Mondiale – Offensiva dell’Asse

Seconda Guerra Mondiale – L’Offensiva dell’Asse



In Italia, Mussolini, che alla fine degli anni Trenta aveva firmato il “Patto dell’Asse” con la Germania e con il Giappone, inizialmente dichiarò la non belligeranza; ma in seguito ai successi della guerra lampo tedesca pensò che la guerra era sul punto di concludersi e il 10 giugno del 1940 l’Italia dichiarò guerra alla Francia e alla Gran Bretagna.

Il 22 giugno la Francia capitolò e firmò l’armistizio; il paese fu diviso in due: la zona a nord con la capitale Parigi fu integrata nel Reich, invece a sud fu instaurato uno “stato fantoccio collaborazionista” con a capo il maresciallo Philippe Petain.

Il 28 ottobre del 1940 l’Italia dichiarò guerra alla Grecia, ma l’esercito greco si dimostrò combattivo e coraggioso e conquistò anche dei territori albanesi a sovranità italiana. Di fronte alle difficoltà italiane, la Germania fu costretta a correre in soccorso dell’alleato, la Grecia capitolò e il paese fu diviso in tre zone di occupazione: una italiana, una tedesca e una bulgara.

Nel frattempo i Inghilterra, Winston Churchill assunse la carica di primo ministro. A partire dal 10 agosto del 1940, le principali città britanniche subirono dei devastanti bombardamenti da parte dell’aviazione tedesca, detta operazione “Leone Marino”; l’aeronautica militare inglese e la contraerea seppero contrastare gli attacchi vanificando la strategia di Hitler.
Nel giugno del 1941, Germania e Italia dichiararono guerra all’ URSS con l’operazione “Barbarossa”; i sovietici, anziché sfidare frontalmente il nemico, lasciarono dietro di sé le terre bruciate e i villaggi distrutti; i tedeschi giunsero alle porte di Mosca e di Leningrado e si arrestarono bloccati dalla resistenza dell’Armata Rossa.