Il ritorno di Lenin (Vladimir Vlianoi)

Un rivoluzionario di professione

Lenin erra un rivoluzionario che dal 1900 era stato costretto a vivere in esilio.
1902 si mette in luce tra i socialisti per opere "che fare?", in essa aveva sostenuto la necessità di un partito fortemente centralizzato è ristretto distinto dalle masse popolari di cui esso guida è formato da rivoluzionari di professione.
Questo partito aveva il compito di fare la rivoluzione
1903 intorno a queste tesi discussione, divisione all'interno
Partito socialdemocratico: bolscevico (leader Lenin) e menscevichi (Martov più vicino alla socialdemocrazia occidentale).
- allo scoppio della guerra Lenin era in Svizzera è da qui sostenne la tesi della trasformazione di quel conflitto in guerra civile riaffermate a Zimmerwold e Kienthal (convegni socialisti).
- 1916 Lenin scrive "l imperialismo come fase suprema del capitalismo"

- imperialismo e guerra secondo Lenin: in essa in modo enfatico e forzato sostenne una sorta di equazione tra le forme moderne assunte dal l'economia capitalistica (per lui imperialismo) e la guerra per cui per lui equivalenti le due parti in lotta intesa e imperi centrali.
Dopo la rivoluzione di febbraio Lenin più altri bolscevichi avevano il desiderio di rientrare per guidare la lotta politica, grazie al l'autorità tedesche, ritornarono sperando l'indebolimento della Russia.

L'obiettivo della rivoluzione:
In uno scritto lasciato al momento della sua partenza dalla Svizzera, sta per porre in tutti i paesi civili il potere nelle mani del proletariato e nel compiere il rivolgimento socialista, tocca al proletariato russo l'onore carpire quella serie di rivoluzioni che vengono generate dalla guerra imperialistica.
Lenin riteneva che prossima una rivoluzione su scala europea e mondiale.
Il giorno dopo il suo arrivo Lenin esponeva alla conferenza del partito bolscevico.

Le tesi d'aprile

Il proletariato doveva rovesciare il governo provvisorio
Porre ogni potere nelle mani dei soviet
Dalla rivoluzione borghese alla socialista
Impossibile la riforma agraria per via della legislazione normale
Invitava contadini ad appropriarsi dei latifondi in modo illegale = rivoluzione
Partito bolscevico=comunista le reprimere separazione dei compagni della seconda internazionale che accettavano la difesa della patria e unione tra classi.
Tutto il potere ai soviet - terra ai contadini - abbasso la guerra

I propositi delle tesi di aprile implicavano:
- disimpegno immediato dalla guerra
- scetticismo tra gli stessi bolscevichi

Consenso popolare verso il bolscevismo
Si accentuò quando inizio estate nuova offensiva militare di Kerenskij, fu un insuccesso.
Tuttavia i bolscevichi non avevano una posizione di potere ancora negli organismi di governo perché anche nel soviet di Pietrogrado rimanevano in minoranza.

Fallimento del tentativo rivoluzionario di luglio

Manifestazione spontanea che i bolscevichi diressero a Pietroburgo. Repressione - fuga anche per Lenin.
Smantellamento delle sedi cittadine del partito bolscevico.
Devastazione della tipografia dove veniva stampato il suo giornale "La Pravda"
Lenin viene dichiarata gente al servizio della Germania e i bolscevichi fuorilegge (molti scapparono in Finlandia).
Nel tu,ulto eventi di guida del governo Kerenskij

Stato e rivoluzione

Durante l'esilio scrisse un'altra opera: dove evidenziava la differenza tra socialismo e democrazia.
Democrazia: dittature della borghesia perché Lenin non riconosce il significato delle istituzioni liberali e i pregiudizi ideologici per capire la realtà del mondo occidentale, contro la quale invoca la dittatura del proletariato:
La dittatura di una sola classe è necessaria non solo per ogni società di classe, ma per un intero periodo storico che separa il capitalismo dalla società senza classi, dal comunismo.

Un programma politico: il comunismo è la dittatura

Società senza classi il cui mezzo per attuarla = dittatura

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email