c_001 di c_001
Ominide 1284 punti
Le premesse alla base della rivoluzione russa furono:


Agli inizi del '900 la Russia era ancora il paese più arretrato: possedeva un settore industriale ancora in fase iniziale -e quindi limitato solo ad un numero ristretto di centri urbani- e per lo più frutto di investimenti europei, mancava di infrastrutture e possedevano un assetto sociale ancora molto arretrato in quanto mancava di una classe borghese poiché la maggior parte della popolazione era contadina mentre un ristretto numero di persone apparteneva alla nobiltà feudale.
Nonostante questo possedeva una cultura, sia dal punto di vista artistico sia letterario, estremamente ricco e una politica molto avanzata in quanto numerosi partiti coltivavano disegni rivoluzionari e culturalmente avanzati. I principali partiti, fra cui non ve ne era alcuno reazionario, in Russia era: il partito social-democratico (un partito socialista e rivoluzionario che intendeva che aveva come obbiettivo l'introduzione di una costituzione), il partito social-rivoluzionario (di ispirazione anarchica), e il partito populista (il cui obbiettivo era far progredire la Russia dal punto di vista sociale e dei diritti pur mantenendo inalterata l'identità e la tradizione russa).

Nel 1903 durante il Congresso del partito socialdemocratico i partecipanti si domandarono se fosse necessario transitare, così come aveva detto Marx, attraverso il capitalismo e la borghesia per giungere, per collasso dello stesso capitalismo, ad un regime socialista o se fosse possibile evitare i passaggi intermedi: i bolscevichi, che costituivano la maggioranza, ritennero possibile raggiunge direttamente il socialismo mentre i menscevichi concordavano con Marx. Fra loro un importante elemento di spicco era costituito da Lenin il quale fu però costretto all'esilio; rifugiatosi in Svizzera teorizzò la dittatura del proletaria, ossia una dittatura di intellettuali rivoluzionari che agissero in nome del popolo.
Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email