Napoleone Bonaparte e la Rivoluzione Francese

- dal 1792 al 1821 -

1792: la Convenzione dichiara guerra alla 1° Alleanza Antirivoluzionaria (Olanda, Gran Bretagna, Prussia, Austria)

1793:

    -i contadini (controrivoluzionari) della Vandea iniziano una guerriglia;
    - 2 giugno: la Convenzione arresta i girondini, che alimentano una rivolta
    - il potere in Francia viene assunto dal Comitato di Salute Pubblica, organizzata dai giacobini (e quindi da Robespierre). Il comitato assunse misure popolari, come l'abolizione del riscatto dei Diritti Feudali e l'adozione di un calmiere (maximum) per i prezzi al consumo

Il governo giacobino è caratterizzato dal Terrore -> i cittadini sospettati di essere contro la Rivoluzione sono processati sommariamente e ghigliottinati (questo accade soprattutto ai girondini)
Il Terrore finisce con l'esaurirsi dell'emergenza militare.

1794: Robespierre viene arrestato e ghigliottinato
I Termidoriani smantellarono il Terrore, ma molti giacobini furono massacrati senza processo durante il "Terrore Bianco".

1795: Terza Costituzione, approvata da un plebiscito a cui partecipò solo 1/6 degli aventi diritto. Con la nuova Costituzione, il potere esecutivo spetta al Direttorio (formato da 5 membri eletti dagli Anziani su richiesta dei Cinquecento) , quello legislativo al Consiglio dei Cinquecento (che elaboravano le leggi) e a quello degli Anziani (respingevano o approvavano le leggi), viene inserita l'elezione a due gradi e 6 milioni di francesi sono ammessi al diritto di voto.

Grazie al generale Bonaparte viene sventato il tentativo dei monarchici di rovesciare la Convenzione.

26 ottobre 1795: la Convenzione si scioglie

aprile 1796: il Direttorio riprende le operazioni militari contro l'Austria. Organizza tre truppe: quelle capeggiate da Moreau e Jourdan falliscono. Solo Napoleone Bonaparte, con il suo piccolo esercito, conquista l'Italia settentrionale. Instaura un governo provvisorio a Milano e occupa Bologna, Ferrara, Reggio e Modena. Successivamente, raggiunge l'Austria attraversando la Repubblica Veneta.

maggio 1796: Francois Babeuf, esponente delle nuove tendenze rivoluzionarie, che stava preparando una cospirazione (la Congiura degli Eguali), viene arrestato.

dicembre 1796: viene proclamata la Repubblica Cispadana

18 aprile 1797: gli Austriaci accettano di concludere un armistizio con Napoleone

giugno 1797: viene proclamata la Repubblica Cisalpina (Lombardia, Romagna, Repubblica Cispadana), con leggi ricalcate su quelle francesi. Lo stesso anno sono annesse Bergamo, Valtellina e Brescia

ottobre 1797: Venezia, insieme al territorio Veneto, viene ceduta all'Austria da Napoleone per agevolare la pace

1797-1799: Repubbliche sorelle -> Cisalpina, Ligure, Romana, Partenopea. Crolleranno a causa degli eserciti russi.

1798-1799: Seconda Coalizione (Gran Bretagna, Turchia, Prussia, Austria)

9 novembre 1799: colpo di Stato in Francia. Crolla la Repubblica. Approvata una nuova Costituzione, la quarta, definita "breve e oscura".

10 novembre 1799: si forma un Consolato (Napoleone, primo Console, nominava i 30 membri del Consiglio di Stato, - Sieyes - Ducos)

Ci furono numerose battaglie per porre fine alla Rivoluzione francese.
1800: tornano in vita la Repubblica Cisalpina e quella Ligure; Napoleone conquista Milano e Piemonte.

1801: battaglia tra Napoleone e Austriaci a Marengo, pace di Luneville che riconferma il trattato di Campoformio

1802: pace di Amiens con la Gran Bretagna

Dopo la pace in Europa, Napoleone doveva portare la pace anche in Francia. I giacobini e le case regnanti lo volevano morto (era visto come un traditore), ma vengono represse. I realisti furono trattati con più morbidezza: Napoleone gli riaprì le porte a patto che giurassero fedeltà al nuovo regime, ma quelli organizzano un attentato, che però fallisce. Napoleone, quindi, accusò i giacobini, ma vennero alla luce i veri colpevoli, cioè i monarchici assoldati dalla Gran Bretagna.

1803: rottura della pace di Amiens -> la Gran Bretagna non abbandoò Malta come da accordo; Londra sequestra le navi francesi nei porti britannici (considerato come un atto di guerra). Napoleone decide di invadere la Gran Bretagna, ma la flotta inglese è troppo potente. La Francia si allea con la Spagna.

Napoleone, per non rischiare nuove congiure, diventa da console a vita a Imperatore. Nel 1804 si autoincorona a Notre Dame.

marzo 1804: Codice Napoleonico -> prinicipi che feceero da base alle società borghesi europee
Prevedeva:

    - unificazione giuridica
    - riforme (diritto alla proprietà privata, all'istruzione, alla salute)
    - importanza della famiglia
    - uguaglianza dei cittadini di fronte alla legge

1805:

    - Terza Coalizione (Gran Bretagna, Russia, Austria, Svezia, Repubblica Partenopea)
    - la Repubblica Veneziana diventa Regno
    - 21 ottobre: Battaglia di Trafalgar (sconfitta la flotta francese, ma il comandante della flotta inglese Nelson muore)
    - 2 dicembre: Battaglia di Austerlitz (sconfitti gli austriaci nella campagna terrestre. Con la pace, l'Austria cede il Veneto).

1806: Quarta Coalizione (Gran Bretagna, Russia, Prussia); esercito prussiano annientato a Jena il 14 ottobre; blocco continentale contro la Gran Bretagna.

1807:

    - la Gran Bretagna risponde al blocco facendo pressione sugli stati neutrali (ma ha rapporti tesi con gli Stati Uniti).
    Il blocco fallisce perchè difficile da mantenere. Il Portogallo è l'unico non alleato della Francia, la quale con le truppe attraversa la Spagna per raggiungerlo e piegarlo. Occupa Lisbona, ma viene costretta al ritiro dopo l'intervento delle truppe inglesi guidate da Arthur Wellesley.

    - Napoleone decide di rendere la Spagna uno stato satellite, dando la corona spagnola al fratello Giuseppe, ma la Spagna insorge, aiutata dalle truppe inglesi. La rivolta spagnola diventa una guerriglia.

    - finisce il conflitto con la Chiesa cattolica. Concordato con Pio VII: riconosciuta la religione cattolica come religione "della maggioranza dei cattolici", il mantenimento del clero a spese pubbliche e rinnovato l'Episcopato (la nomina dei curati spettava ai vescovi). Sempre secondo il Concordato, il Papa non avrebbe rivendicato i beni ecclesiastici venduti e avrebbe consacrato i nuovi vescovi scelti da Napoleone.

luglio 1807: Pace di Tilsit tra Napoleone e lo zar Alessandro I -> vengono stabilite le zone di influenza, la Germania per Napoleone, i possessi balcanici per Alessandro I.

Egemonia francese

    - nuove annessioni in Italia a favore della Francia;
    - creazione di altre monarchie ereditarie in favore dei fratelli di Napoleone
    - intervento negli affari della Germania

1809: Quinta Coalizione (Gran Bretagna, Austria), sconfitta.
Pace di Schonbrunn -> il regno d'Italia è ingrandito con i territori ceduti dagli Asburgo.

1810: Napoleone ripudia Giuseppina e sposa Maria Luisa d'Austria.

La politica di Napoleone nel Baltico allarma Alessandro I. L'imperatore francese, infatti, invade la Russia. Nell'estate del 1812 inizia la disastrosa spedizione.

1812: Sesta Coalizione (Gran Bretagna, Prussia, Svezia, dal 1813 anche l'Austria)

ottobre 1813: sconfitta decisiva di Napoleone a Lipsia da parte di Russia, Prussia e Austria. A dicembre inizia l'invasione della Francia.
Parigi è occupata nel marzo 1814. Il 6 aprile Napoleone abdica e si ritira all'Elba.
A maggio è stabilita la pace con il trattato di Parigi.

marzo 1815: Napoleone torna al potere per circa cento giorni, presentandosi al Congresso di Vienna. -> gli Stati Europei rifiutano.
Organizza, quindi, un esercito. Inizialmente sconfigge prussiani e inglesi, ma viene sconfitto definitivamente nella battaglia di Waterloo.
Viene esiliato a S. Elena, dove muore nella solitudine il 5 maggio 1821.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email