Eliminato 32 punti

Il primo '900

La grande guerra comincia nel 1914 come guerra tra la Triplice Intesta (Francia, Gran Bretagna, Russia) e gli Imperi Centrali (Germania, Austria, Ungheria). A scatenarla la rivolta tra Russia e Austria per il controllo dei Balcani. Il 24 maggio 1915 l'Italia scende in guerra a fianco della Triplice Intesa. Il piano della Germania prevedeva una guerra Lampo ma questa si trasformò in guerra di posizione, nella quale i due eserciti rimangono fermi per lungo termine schierati l'uno di fronte all'altro. In Russia la Rivoluzione dei social-democratici; da vita al primo governo comunista del mondo.
Il nuovo governo deve anche affrontare il problema della guerra civile. Nel 1922 vincono i comunisti e nasce l'Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche (URSS).
L'entrata in guerra degli Stati Uniti costringe la Germania ad arrendersi. Dopo i trattati di pace la carta geografica dell'Europa si trasforma: nascono le repubbliche di Germania, Austria di Ungheria, di Turchia. In Italia il dopoguerra vede il malcontento di molti che danno vita a scioperi e occupazioni di terre e di fabbriche.
In questo periodo di gravi problemi Benito Mussolini raccoglie gli scontenti di diverse aeree sociali e politiche.
Dopo la marcia su Roma, Mussolini instaura un regime totalitario. Nel frattempo in Germania, Hitler comincia ad ottenere vari appoggi, avendo ottenuto il 44% dei voti durante le elezioni, proclama la nascita del III Reich e istituisce un regime totalitario e a partire dal 1936 inizia la persecuzione degli Ebrei.
In URSS a Lenin succede Stalin che avvia un processo di industrializzazione a tappe forzate e la distruzione della piccola proprietà privata. Stalin instaura un sistema totalitario.
Nel 1936 inizia in Spagna una guerra civile tra le forze democratiche e le forze reazionarie, unite attorno al generale Francisco Franco e nel 1939 i Franchisti conquistano Madrid.
La politica di Hitler ha lo scopo di conquistare uno spazio vitale alla Germania. All'annessione dell'Austria e dei Sudeti segue l'invasione della Polonia preceduta da un patto di non aggressione con l'URSS.
Nel 1940 c'è la conquista della Francia e il tentativo di sbarco in Inghilterra; l'entrata in guerra dell'Italia accanto ai Tedeschi porta allo spostamento delle operazioni militari in Nord Africa e nei Balcani.
Nel 1941 Hitler attacca l'URSS. Il Giappone entra in guerra con la Germania e Italia. Nel 1942 le Forze dell'Asse conoscono le prime sconfitte da parte degli Alleati.
Nel luglio del 1943 cade Mussolini e firmano un armistizio con gli Alleati, i Tedeschi occupano il nord e si sviluppa contro di loro un movimento di resistenza.
Nell'estate del 1944 gli Alleati raggiungono Varsavia e un anno dopo la Germania è sconfitta.
Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email