Video appunto: Primavera di Praga
Il 1968 è decisamente un anno inquieto. Le acque si muovono anche dove meno se lo aspettarebbe, e cioè a Praga, entro il blocco comunista. Nell'autunno del 1977 Alexander Dubcek (1921-1992) al Congresso del Partito comunista cecoslovacco chiede più democrazia affinché sia costruito un "socialismo dal volto umano".