Video appunto: Nelson Mandela


All’interno di questo appunto viene effettuata un’analisi accurata con elenchi puntati riguardante la vita di Nelson Mandela, il suo pensiero riguardo le leggi razziali e in particolare andremo ad analizzare gli aspetti principali della politica dell’apartheid, ovvero la segregazione dei neri dai bianchi, seppur questi rappresentino la popolazione maggioritaria nel Paese sudafricano fino ad arrivare al Premio Nobel per la pace che ha ricevuto negli ultimi anni della sua vita.


Indice

Biografia di Nelson Mandela
Gli anni della prigionia
La presidenza in Sudafrica
Il premio Nobel per la pace
La politica dell'apartheid


Biografia di Nelson Mandela




  • Nelson Rolihlahla Mandela, noto come Nelson Mandela, nacque il 18 luglio 1918 nel villaggio di Mvezo a Umtata, che allora era parte della Provincia del Capo in Sudafrica.

  • Nel 1939, si sposò con la sua prima moglie Evelyn Ntoko Mase.

  • Nel 1940, all’età di 23 anni, in seguito ad un’imposizione da parte del padre di sposare una ragazza a scelta del suo villaggio, decise di scappare insieme a suo cugino Justice verso la città di Johannesburg.

  • Nel 1942, per manifestare contro il regime oligarchico bianco, si unì all’ African National Congress.

  • Nel 1944 fondò l’associazione giovanile “Youth League”.

  • Nel corso degli anni 50 fondò assieme all’avvocato Oliver Tambo il suo ufficio legale, fornendo una assistenza gratuita per i molti sudafricani neri che non potevano avere una tutela legale.

  • Nel 1956 fu arrestato con l’accusa di tradimento e solo dopo un lungo processo lui e gli altri accusati vennero scagionati.

  • Nel 1957, dopo 14 anni di matrimonio e quattro figli, divorziò con la moglie, per poi sposarsi anni dopo con la seconda moglie.

  • Il 18 luglio 1998, il giorno del suo ottantesimo compleanno, si sposò per la terza volta con Grace Machel.

  • Il 28 marzo 2013 venne ricoverato a causa di una grave infezione polmonare.

  • Nelson Mandela morì il 5 dicembre 2013 nella sua casa a Johannesburg, all’età di 95 anni.



Gli anni della prigionia




  • Nelson Mandela venne arrestato il 5 dicembre 1956 con l’accusa di tradimento, in quanto aveva passato delle informazioni alla CIA.

  • Vennero arrestati anche numerosi componenti dell’ANC.

  • Mandela nel 1960 venne liberato, per poi essere arrestato nuovamente nel 1962 per aver organizzato varie manifestazioni di protesta.

  • Nell’aprile del 1982 venne trasferito nella prigione di Pollsmoor nella Città del Capo.

  • Nel 1985 rifiutò il regime di libertà vigilata poiché non avrebbe più potuto partecipare alla lotta armata.

  • Dopo aver trascorso 27 anni di prigionia, Nelson Mandela venne liberato l’11 febbraio 1990 grazie alle proteste da parte della Comunità Internazionale.



La presidenza in Sudafrica




  • Nelson Mandela venne liberato l’11 febbraio 1990, e in quello stesso giorno tenne un discorso dal Municipio di Città del Capo. Nonostante avesse trascorso così tanti anni in prigione, avviò senza rancore un processo di pacificazione e riconciliazione.

  • Nelson Mandela si candidò insieme a De Klerk per la nuova carica di presidente del Sudafrica.

  • Il 27 aprile 1994 venne eletto primo capo di stato di colore.

  • Nelson Mandela stabilì la democrazia al posto dell’apartheid, guadagnandosi il consenso e le simpatie di tutto il mondo

  • Fondò un tribunale speciale, ovvero “La Commissione per la Verità e la Riconciliazione”.

  • Durante il periodo di presidenza però, Mandela non riuscì a diminuire il numero di contagiati per AIDS, facendo fallire nel 1996 il piano dell’AIDS Plan.



Il premio Nobel per la pace




    Il comitato norvegese del “Nobel” diede il Premio Nobel per la Pace del 1993 a Nelson Mandela e Frederik Willem De Klerc, il vice presidente. Il Premio Nobel per la Pace era una medaglia d’oro, a cui si aggiunse un assegno pari a 1 milione di euro e un diploma. Venne conferito a loro per i seguenti motivi:
  • Nelson Mandela e De Klerk posero fine alla legge dell’apartheid e gettarono le basi per un Sudafrica democratico.

  • Superarono le disparità etniche che da sempre erano motivo di conflitto.

  • Essi si impegnarono per garantire un avanzamento verso l’uguaglianza e la democrazia.

  • Inoltre i due hanno reso il Sudafrica il simbolo della lotta contro il razzismo e la discriminazione.



La politica dell'apartheid



Dopo aver visto la vita e l'operato di Nelson Mandela, segue un approfondimento sull'apartheid.
L'apartheid fu la politica di segregazione razziale che venne istituita nel 1948 dal governo sudafricano di etnia bianca, e rimase in vigore fino al 1991. L’anniversario della fine dell'apartheid è il 27 aprile, dove in Sudafrica è festeggiato come “Festa della Libertà”. Le principali leggi che costituivano questo sistema furono:


  • Una legge che vietava ai cittadini di essere registrati secondo le loro caratteristiche razziali.

  • Divieto di matrimoni interrazziali.

  • Una legge che impediva alle persone di colore di entrare in alcune zone della città.

  • Una legge che sanciva la discriminazione razziali anche nell’ambito del lavoro.

  • Una legge che perseguiva penalmente qualsiasi persona avesse avuto rapporti sessuali con una persona di razza.

  • Divieto delle persone di colore di usufruire delle stesse strutture pubbliche ( fontane, strade…)

  • Varie leggi che ostacolavano l’istruzione delle persone di colore.



A cura di Aurora.