judy29 di judy29
Ominide 530 punti

L'imperialismo


Il rapido sviluppo industriale provocò tra la fine del XIX secolo e l’inizio del XX secolo forti contrasti fra gli stati europei. In concomitanza con la ricerca sempre più intensa sia di mercati sia di materie prime da parte dell’industria, il nazionalismo venne progressivamente trasformandosi in un aggressivo espansionismo verso i paesi extraeuropei, a danno dei quali ogni stato tese a crearsi un ampio “impero”. Ciò spinse ad una vera e propria corsa alle colonie ed alla nascita dell’imperialismo, inteso come tendenza ad espandere il possesso e il controllo economico e politico sulla maggior quantità possibile di territori. La penetrazione coloniale è sostenuta dall’illusione della superiorità politica, culturale e biologica della razza bianca. Nel 1881 venne convocata a Berlino la Conferenza internazionale per gli affari africani, nel corso della quale le grandi potenze giunsero ad una spartizione delle rispettive aree di influenza. L’Inghilterra puntò verso l’Egitto, il Sudan e il Sud Africa. La Francia mirò al Sud-Est asiatico, la Germania occupò il Togo, il Camerun ed ampie zone dell’Africa orientale e sud-occidentale. Anche l’Italia, Stati Uniti e Giappone parteciparono alla corsa alle colonie. La rivalità tra Francia ed Inghilterra sfociò nell’incidente di Fascioda. Lo scontro fu evitato e Francia ed Inghilterra giunsero ad un accordo.

Società di massa

Una conseguenza dell’evoluzione della tecnica e del progresso tecnologico fu l’evoluzione delle infrastrutture sociali. I progressi della medicina allungarono la vita con il conseguente aumento della popolazione che si andò ammassando soprattutto nelle città, divenute agglomerati di folle anonime, sempre più prive dei tradizionali legami comunitari (come la famiglia, la parrocchia, il villaggio). Tra l’Ottocento e il Novecento si sviluppò la cosiddetta società di massa, frutto di un complesso intreccio di trasformazioni nei modi di vita e nella cultura, nei processi economici e nei meccanismi politici. Le nuove scoperte scientifiche, le nuove invenzioni, la nuova produzione industriale apportarono cambiamenti radicali negli stili di vita e di pensiero di milioni di persone. Cambiarono anche i modelli di consumo: in questo periodo nacquero i grandi magazzini e la pubblicità.
Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email