Video appunto: Guglielmo Marconi


All’interno di questo appunto viene descritta la biografia dettagliata di Guglielmo Marconi, grande e celebre fisico italiano. Di seguito sono riportate tutta una serie di informazioni riguardanti la sua vita, l’istruzione, la carriera lavorativa e tutte le sue scoperte in ambito fisico, fino ad arrivare alla sua morte.


Indice
Biografia di Guglielmo Marconi
La sua formazione
Attività scientifica
Scoperte scientifiche
Le scoperte degli ultimi anni di vita

Biografia di Guglielmo Marconi


Informazioni salienti sulla sua vita:
  • Guglielmo Marconi nacque il 25 aprile del 1874 a Bologna in Italia.
  • Egli fu un fisico italiano e inventore del telegrafo senza fili di successo nel 1896.
  • Nel 1909 Guglielmo Marconi ricevette il Premio Nobel per la fisica, che condivise con il fisico tedesco Ferdinand Braun.
  • Successivamente ha lavorato allo sviluppo della comunicazione wireless a onde corte, che costituisce la base di quasi tutte le moderne radio a lunga distanza.
  • Morì il 20 luglio 1937 a Roma.

La sua formazione


  • Il padre di Guglielmo Marconi era di origini italiane, mentre la madre era di origini irlandesi.
  • La formazione di Marconi avvenne prima nella città storica di Bologna e successivamente a Firenze.
  • Egli si è poi trasferito presso la scuola tecnica con sede a Livorno, dove, grazie allo studio della fisica, ha avuto moltissime opportunità che ha sfruttato per indagare sulla tecnica delle onde elettromagnetiche, seguendo il precedente lavoro matematico di James Clerk Maxwell e gli esperimenti di Heinrich Hertz.
  • Nel 1894 Guglielmo Marconi iniziò a sperimentare qualcosa di scientifico nella tenuta del padre vicino a Bologna, utilizzando apparati abbastanza grezzi, ovvero una bobina di induzione per tensioni crescenti, con uno scaricatore di scintille controllato da una chiave Morse all'estremità di invio e un semplice coherer (un dispositivo progettato per rilevare le onde radio) al ricevitore.
  • Dopo esperimenti preliminari a breve distanza, ha prima migliorato il coherer.
  • Durante questo periodo condusse anche semplici esperimenti con riflettori attorno all'antenna per concentrare l'energia elettrica irradiata in un raggio invece di diffonderla in tutte le direzioni.

Attività scientifica


  • Nel 1896 Guglielmo Marconi si recò a Londra perché in Italia non riuscì a ricevere gli aiuti necessari per andare avanti. Li fu presto assistito da Sir William Preece, l'ingegnere capo dell'ufficio postale.
  • Sempre nel 1896 Marconi ha depositato il suo primo brevetto in Inghilterra durante quello e l'anno successivo, ha dato una serie di dimostrazioni di successo, in alcune delle quali ha utilizzato palloncini e aquiloni per ottenere una maggiore altezza per le sue antenne.
  • Nel 1897 Guglielmo Marconi si recò a La Spezia, dove fu eretta una stazione terrestre e fu stabilita la comunicazione con le navi da guerra italiane a distanze fino a 19 km.
  • Durante i primi anni del 1900 l’azienda di Marconi definita Marconi Wireless and Telegraph Company, aveva come obiettivo quello di mostrare tutte le possibilità di radiotelegrafia.
  • Nel 1899 Marconi dotò due navi americane per riferire ai giornali di New York sull'andamento della regata per l'America's Cup.
  • Nel 1900 anche Guglielmo Marconi depositò il suo ormai famoso brevetto n. 7777 per miglioramenti negli apparati per la telegrafia senza fili.
  • Il brevetto, basato in parte su precedenti lavori sulla telegrafia senza fili di Sir Oliver Lodge , ha consentito a diverse stazioni di operare su diverse lunghezze d'onda senza interferenze.

Scoperte scientifiche


  • Nel dicembre del 1901 Guglielmo Marconi riuscì a ricevere a St. John's, segnali trasmessi attraverso l' Oceano Atlantico da Poldhu in Cornovaglia, Inghilterra.
  • Nel 1902 durante un viaggio sulla nave di linea americana Philadelphia, egli ricevette messaggi da distanze di 1.125 km (700 miglia) di giorno e 3.200 km (2.000 miglia) durante la notte.
  • Fu il primo a scoprire che le condizioni di trasmissione sono talvolta più favorevoli di notte che di giorno.
  • Nel 1902 anche Guglielmo Marconi brevettò il rilevatore magnetico in cui la magnetizzazione in una fascia mobile di fili di ferro viene modificata dall'arrivo di un segnale che provoca uno scatto nel ricevitore telefonico ad esso collegato.
  • Durante i successivi tre anni ha anche sviluppato e brevettato il direzionale orizzontale aerea. Entrambi questi dispositivi hanno migliorato l'efficienza del sistema di comunicazione.
  • Nel 1910 ricevette messaggi a Buenos Aires da Clifden in Irlanda su una distanza di circa 9.650 km utilizzando una lunghezza d'onda di circa 8.000 metri.
  • Due anni dopo Guglielmo Marconi ha introdotto ulteriori innovazioni che hanno migliorato la trasmissione e la ricezione in modo tale da poter stabilire importanti stazioni a lunga distanza. Questa migliore efficienza permise al fisico di inviare il primo messaggio radio dall'Inghilterra all'Australia nel settembre 1918.
  • Nel 1916, durante la Prima guerra mondiale, vide i possibili vantaggi di lunghezze d'onda più corte che avrebbero permesso l'uso di riflettori attorno all'antenna, riducendo così al minimo l'intercettazione dei segnali trasmessi dal nemico ed effettuando anche un aumento della potenza del segnale.

Le scoperte degli ultimi anni di vita


  • Nel 1923 gli esperimenti furono continuati a bordo del suo yacht a vapore Elettra. Questi segnali erano molto più forti di quelli di Caernarfon, nel Galles, su una lunghezza d'onda diverse centinaia di volte maggiore e con una potenza 100 volte superiore al trasmettitore. Inizia così lo sviluppo di comunicazione wireless ad onde corte che è alla base delle più moderne comunicazioni radio a lunga distanza.
  • Nel 1924 la società Marconi ottenne un contratto dall'ufficio postale per stabilire una comunicazione ad onde corte tra l'Inghilterra nei Paesi del Commonwealth britannico.
  • Nel 1932, utilizzando lunghezze d'onda molto corte, Guglielmo Marconi installò un sistema radiotelefonico tra la Città del Vaticano e il palazzo del papa a Castel Gandolfo.
  • Guglielmo Marconi ha ricevuto molte onorificenze e diverse lauree honoris causa.
  • Nel 1909 è stato insignito del Premio Nobel per la fisica per lo sviluppo della telegrafia senza fili.