lasorky di lasorky
Ominide 245 punti

La guerra civile in Spagna


Nel 1936 le elezioni politiche in Spagna sancirono la vittoria del Fronte Popular formato da repubblicani e comunisti. Il governo repubblicano guidato da Diaz tentò subito di attuare la riforma agraria ed una decisa laicizzazione dello stato suscitando reazione dei grandi proprietari terreni, della chiesa e dell’esercito. Nel luglio del 1936 le truppe spagnole in Marocco guidate dal generale Francisco Franco si sollevarono contro il Frente. Inizia così la guerra civile. Le due maggiori democrazie, Francia e Gran Bretagna optarono per il non intervento mentre italia e Germania intervennero a sostegno dei nazionalisti. La Germania sperimentò nuove tecniche della guerra aerea che sarebbero state utilizzate in seguito durante la II GM: mise in campo una potente flotta aerea di cui sperimentò l’efficienza nel bombardamento della città di Guernica.

Guernica di Picasso


La notizia della strage di Guernica giunse a Pablo Picasso. L’evento ispirò uno dei capolavori dell’artista: una tela di dimensioni colossali intitolata alla città distrutta e concepita come un manifesto di denuncia alla guerra e alla violenza del fascismo. Un ufficiale chiese a picasso se fosse stato lui l’autore di quell’orrore e lui freddamente rispose “no, è opera vostra”.

Strazio di una madre per il figlio ucciso
Colomba come segno di pace
Urla di disperazione accomunano uomini e animali come il cavallo, simbolo del popolo spagnolo
Fiamme della città bombardata
L’assenza di colori conferisce alla scena maggiore drammaticità
Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email