Stidya di Stidya
Ominide 27 punti

L'età Napoleonica

Napoleone Bonaparte conquistò una grande popolarità come generale condottiero e usò l'esercito come mezzo per la propria ascesa politica.
Napoleone occupò la Lombardia e con il trattato di Campoformio cedette la Repubblica di Venezia all'Austria.
Napoleone riuscì a convincere il direttorio a danneggiarla economicamente conquistando l'Egitto.
L'esercito francese subì una dura sconfitta da parte della flotta navale inglese.
Napoleone instaurò una dittatura personale, nel 1802 si fece nominare Primo Console e si attribuì il titolo d' imperatore dei francesi,egli concluse una serie di campagne militari che lo imposero come dominatore in tutta Europa.
Napoleone pensò d'imporre a tutti i paesi soggetti al suo dominio il blocco dei traffici commerciali.
Nel 1813 viene sconfitto a Lipsia e fu condannato all'esilio sull'isola d'Elba, fu poi esiliato definitivamente nell'isola di Sant'Elena, morì nel 1821.

L'età della Restaurazione

Le potenze europee vittoriose negli anni 1814-1815 del Congresso di Vienna riuscirono a dare uno sconvolto alla rivoluzione francese.
L'ideologia reazionaria condannava senza appello la rivoluzione francese e proponeva un ritorno allo stato assoluto indicando nella religione uno strumento di controllo della società.
L'affermazione dell'ideologia liberale,democratica e socialista ebbe grande presa presso l'opinione pubblica.
Nel 1820-1821 in Europa si verificò un generale movimento a sostegno della causa dei greci.
Nel 1830 in Francia, ebbe successo l'insurrezione contro la politica reazionaria di Carlo X di Borbone e nel paese si affermò una monarchia borghese.
In Europa,le guerre napoleoniche ebbero ripercussioni in America Latina e la maggior parte delle colonie portoghesi e spagnole sostenute dalla Gran Bretagna e Stati Uniti d'America riuscirono ad ottenere l'indipendenza.
Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email