Osservando il regime fascista, nazista e comunista che definiscono il totalitarismo, si può che valutare bene la distanza che separa questo tipo di regime politico dalla democrazia; se utilizziamo i caratteri di un regime totalitario per descrivere i caratteri corrispondenti di un regime democratico, notiamo che un sistema politico democratico possiede i seguenti requisiti.
a) la coesistenza di più sistemi ideologici e di una pluralità di convinzioni politiche, filosofiche e religiose, che possono liberamente essere espresse oralmente, sulla stampa, sui media e via internet.
b) l'esistenza di una pluralità di partiti e di organismi associativi, ai quali i cittadini sono liberi di aderire; i cittadini sono anche liberi di non aderire a nessuna organizzazione politica o di altro tipo; hanno diritto di esperirete liberamente le loro opinione politiche attraverso elezioni o referendum ma hanno anche il diritto di non partecipare alle votazioni, se lo ritengono consono alle loro convinzioni.

c) il rispetto dell'integrità fisica e della libertà di ogni cittadino e il ripudio della violenza come strumento di confronto politico o di governo.
d) la piena libertà di espressione attraverso i mezzi di comunicazione, il cui pluralismo è considerato un presupposto essenziale di una democrazia.
e) la tutela della proprietà privata e della libera impresa, senza che esistano forme di obbligatorio dirigismo economico da parte dello Stato. Alla fine il confronto contrappone Stati totalitari che fanno della coercizione delle libertà il principio fondamentale della loro organizzazione e Stati democratici che fanno del pluralismo e della libertà di opinione, di associazione, di organizzazione e di iniziative il principio fondante del loro essere.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email