sc1512 di sc1512
Ominide 5764 punti

La Comune di Parigi e la Terza Repubblica Francese

La nascita dello Stato Unitario Tedesco è la causa di una gravissima crisi politica e sociale all’interno della Francia.
Dopo la caduta di Napoleone III, la nascita della Terza Repubblica (4 settembre 1870) e la firma dell’Armistizio con il nuovo Impero Tedesco (28 gennaio 1871), in Francia nel febbraio del 1871 si tengono le elezioni per la nuova Assemblea Nazionale.
Il Governo, di maggioranza monarchica e moderata, è presieduto da Adolphe Thiers e ha sede a Versailles; nel 1871 egli inviò le truppe francesi a Parigi per cercare di riprenderne il controllo, senza avere successo; la capitale resta così in mano agli insorti e alla Guardia Nazionale.
Il 28 marzo 1871 venne eletto un nuovo consiglio per il Comune di Parigi (la ‘Commune’), che diventa l’organo di autogoverno della città.
La ‘Commune’ però ha durata breve, infatti, nel mese di maggio Thiers manda di nuovo l’esercito a Parigi e fa reprimere la Comune, con 20000 persone che vengono uccise.

La Terza Repubblica Francese prevedeva innanzitutto la presenza di un Presidente della Repubblica, eletto dal Parlamento con un mandato settennale. Il Presidente ha il ruolo di capo delle forze armate e di responsabile della politica estera, ma ha anche il compito di nominare il governo e ha il diritto di presentare e promulgare leggi e di sciogliere la Camera.
Il Parlamento, che sostituisce l’Assemblea Nazionale, ha assetto Bicamerale: vi sono una Camera dei Deputati (eletta a suffragio universale maschile) e il Senato (composto da due tipi di membri: senatori inamovibili e altri eletti da un corpo elettorale di secondo grado); il Parlamento ha principalmente potere legislativo, mentre il Governo è responsabile del Parlamento.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email