Ominide 330 punti

Bolscevichi


In molti paesi prevalsero ideologie nazionalistiche che portarono ad una divisione tra i movimenti progressisti (pacifici) e quelli socialisti, alcuni dei quali preferirono mettersi al seguito delle classi dominanti votando i crediti di guerra, fu il caso della socialdemocrazia tedesca. La tensione del periodo appena precedente lo scoppio della guerra e quella ancor più forte in mediasd res, portarono i proletari a ribellarsi. Ad iniziare fu Pietrogrando, con i soldati e gli operai russi che, sotto la guida di Lenin capo del partito bolscevico, riuscirono a stabilizzare una rivoluzione comunista senza eguali, con la prospettiva di creare una gestione collettivistica della società e dell’economia (tutto questo contrariamente a quanto sostenuto da Marx nel capitale che riteneva una rivoluzione possibile solo in paesi di maggior sviluppo economico e capitalistico, nei quali il proletario si sarebbe sentito maggiormente sfruttato). La rivoluzione bolscevica portò alla deposizione dello Zar e all’affermazione di un dualismo di poteri:
Duma (Parlamento) che diede vita ad un governo provvisorio per edificare un regime liberale e parlamentare e proseguire la guerra contro la Germania accanto alle forze dell’intesa
Il soviet di Pietrogrado formato da rappresentanti dei soldati e degli operai
Vi fu un tentativo, sventato, di rivoluzione a luglio, al quale seguì il governo Kerenskij osteggiato alla sinistra dai bolscevichi e da Lenin che era tornato dall’esilio, e a destra dalle forze reazionarie con il generale Kornilov, quest’ultimo tentò di cacciare Kerenskij con un esercito controrivoluzionario, ma ciò fu impedito dalla resistenza degli operai. Data la debolezza del governo legittimo Lenin promosse l’insurrezione che non trovò resistenze salvo quella dei ministri rifugiati nel palazzo d’inverno. La vittoria venne annunciata davanti al secondo Congresso dei soviet riunitosi a Mosca. Vennero regolarmente svolte le elezioni, programmate da Kerenskij, a suffragio universale nel 1917 per l’assemblea costituente. I socialisti vi raccolsero la maggioranza, ma Lenin ugualmente disconobbe l’assemblea costituente e si preparò a firmare la pace con la Germania, quanto avvenne a marzo del 1918 a Brest-Litovvsk. La rivoluzione sopravvisse solo grazie alla rigida guida del partito e nel 1919 venne istituita la Komintern= la terza internazionale comunista a cui seguì la formazione di autonomi partiti comunisti che ruppero la precedente unione con i socialisti.
Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email