MeliV di MeliV
Eliminato 118 punti

L’affare dreyfus: una furibonda campagna antisemita


Durante la Belle Epoque episodi di antisemitismo si verificarono in tutta europa ma il fatto più emblematico accadde in Francia dove dominava la Francia reazionaria. Nel 1908 Maurras progettava uno stato forte, autoritario e nazionalista, reazionario e antisemita. Vi erano tendenze estremiste volte all’azione violenta e rivoluzionaria. Ci furono scioperi. I socialisti avevano posizione rivoluzionarie e di opposizione antimilitarista verso il governo. Nel 1914 i radicali guadagnarono la maggioranza dei francesi quando ridussero la leva a 2 anni la Francia entro nella prima guerra mondiale. L’opinione pubblica francese era stata scossa da una campagna antisemita, l’affare Dreyfus: caso di spionaggio.

Una inchiesta condotta male


Il caso Dreyfus ebbe inizio nel 1894 quando i servizi segreti francesi trovarono nell’ambasciata tedesca materiali utilizzati dall’esercito francese. Segui una inchiesta che mise in mezzo il capitano Dreyfus, ufficiale dello stato maggiore. Nel clima antisemita le origini ebree del comandante giocarono a suo svantaggio e Dreyfus venne incarcerato. Nuove analisi grafologiche misero però in dubbio che si trattasse della sua scrittura, per cui il capitano avrebbe dovuto essere rilasciato. Dreyfus protestò la propria innocenza ma venne dichiarato colpevole.

Una delle più grandi iniquità del secolo


Molti si batterono per dimostrare l’innocenza di Dreyfus. Venne incriminato anche un altro ufficiale, Etserhazy, un nobile oberato dai debiti di gioco e per scagionarlo i servizi segreti francesi guidato dal colonnello Henry produssero altri documenti che accusavano Dreyfus. Lo scrittore Emil Zola accusò tutto lo stato maggiore francese di aver inquinato le prove macchiandosi. Per la sua pubblicazione Zola venne condannato a un anno di prigione.

La riabilitazione di Dreyfus


Nel 1898 Henry ammise di aver fabbricato false prove per incolpare Dreyfus. Arrestato si taglio la gola nella sua cella. Il processo venne riaperto e nel 1906 la corte di cassazione emise la sentenza definitiva: Dreyfus era innocente.
Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email