Ominide 4554 punti

Il rinascimento artistico attraverso le opere di Michelangelo e Leonardo Da Vinci


Questo quadro ritrae una donna Lisa Gherardini, cioè “Monna” Lisa, (un diminutivo di “Madonna” derivante dalla parola latina “Mea Domina” , moglie di Francesco del Giocondo).
Il quadro è estremamente rivoluzionario nella tecnica di realizzazione del ritratto. L’inquadratura a mezzo busto che comprende anche le mani è una novità assoluta, così come l’inserimento di un paesaggio alle spalle della donna.
Il volto della donna esprime serenità dato dal sorriso appena accennato. Come molte opere di Leonardo, però, anche questo dipinto presenta delle parti incompiute: mancano le sopracciglia nel viso e le mani hanno due colorazioni diverse, una è sopra l’altra, quella che sta sotto è in ombra, più scura, mentre quella che sta sopra è chiara e luminosa. Nella Gioconda è presente la prospettiva aerea, visibile per la presenza del panorama (dietro le spalle di Monnalisa) in cui si snoda la strada a esse che porta da Firenze a Milano. Leonardo mette in evidenza questa strada perché Leonardo si spostò a Milano dopo aver dipinto la Gioconda. Oggi la Gioconda è conservata al Louvre a Parigi. A Milano Leonardo incontra il Moro, un signore appartenente ad una importante famiglia milanese. Leonardo riesce ad entrare nella corte del Moro e vuole realizzare per lui un’opera che lo ritrae a cavallo. Per realizzarla studia le diverse specie di cavalli, quello arabo, quello inglese, quello sardo, li mette insieme e costruisce un calco che fu conservato in un cortile di una casa di Milano. I Francesi quando invasero Milano, lo distrussero. Rimasero solo dei resti che hanno permesso ad un artista giapponese di realizzare, nel 1994, un’opera di bronzo che ritrae il Moro a cavallo, grazie ai finanziamenti di un milionario americano. Quest’opera fu donata alla città di Milano e oggi si trova esposta a San Siro.

Michelangelo

Come Brunelleschi, Leonardo e altri artisti anche Michelangelo proviene dalla scuola di Firenze. Lui preferiva la scultura alle altre forme artistiche e, dotato già da piccolo di una spiccata dote artistica, a 12 anni riesce ad entrare nella bottega del Ghirlandaio (bottega rinomata in cui non era facile entrare). A 17 anni era già Maestro e comincia a ricevere diverse commissioni dalle famiglie nobili. Al contrario di Leonardo, Michelangelo portava a termine le sue opere, solo alcune che fanno parte del ciclo dei…risultano incomplete, ma si pensa che Michelangelo l’abbia lasciate così volutamente per dare un …
Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email