Ominide 1474 punti

Palazzo Senatorio


Lo schema del palazzo prevede che vi sia un basamento, cioè un livello inferiore, che è in pietra, bugnato, sopra il quale si trova il piano nobile e il cosiddetto “mezzanino”, cioè un mezzo piano. I due livelli superiori sono inseriti in un unico ordine: abbiamo delle lesene corinzie che abbracciano due piani (nobile + mezzanino) e che sorreggono la trabeazione, sopra la quale si pone una balaustra con sculture in corrispondenza delle sottostanti lesene. Tra una lesena e l’altra le finestre sono incorniciate, in entrambi i piani. Questo è uno schema che si consolida nel corso del 1500 e diventerà lo schema del palazzo cinquecentesco e secentesco: piano inferiore bugnato e applicazione del’ordine con lesene o semicolonne nel piano o piani nobili.
In questo caso peraltro, quando le lesene o le semicolonne hanno un’altezza maggiore di un piano e abbracciano più livelli si parla di “ordine gigante”. L’ordine gigante è alternativo agli ordini sovrapposti, presenti per esempio in palazzo Rucellai. Lì si applicavano gli ordini alla facciata ma si articolavano i tre livelli su tre ordini sovrapposti secondo il sistema romano impiegato nel teatro e nell’anfiteatro. L’ordine gigante è una delle invenzioni michelangiolesche, che utilizza qui per la prima volta, sia per la facciata del palazzo Senatorio che per il palazzo dei conservatori.
Aggiunge poi anche una scalinata che verrà realizzata solo dopo la sua morte. Ha uno sviluppo tale da interessare quasi per intero la lunghezza della facciata. È quindi un vero e proprio volume architettonico aggiunto, che quindi articola volumetricamente e architettonicamente la facciata, dandole rilievo.
In realtà la possibilità che Michelangelo ha di intervenire su questa facciata è solo parziale, perché era difficile compiere un intervento più radicale dal punto di vista del volume. Per questo lavora essenzialmente sulle due dimensioni.
Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email