blakman di blakman
VIP 9176 punti
Questo appunto contiene un allegato
Michelangelo Buonarroti - David scaricato 4 volte

Il David

Nel 1501 l'Arte della Lana di Firenze affidò a Michelangelo la realizzazione della colossale statua del David per la serie dei profeti da porsi sui contrafforti della facciata di Santa Maria del Fiore, assegnandogli un blocco di marmo già sbozzato da Donatello e da Agostino di Duccio. La statua fu posta poi davanti a Palazzo Vecchio, come emblema delle libertà repubblicane. Nonostante i limiti di una materia già definita nei volumi, nel 1504 Michelangelo portò a compimento un'opera fortemente innovativa che rileggeva il tema del David in maniera insolita, mutando il significato religioso del soggetto in un nesso essenzialmente politico. L'artista sceglie di privlegiare l'intento sull'azione , la determinazione all'agire sull'agire stesso: David non ha ancora scagliato la pietra, è in procinto di farlo, tutti sanno che o farà, cosi come tutti dovranno sapere che in caso di attacco la difesa della repubblica fiorentina sarà strenua, valorosa, energica. Persino la nudità del giovane eroe biblico è concepita da Michelangelo come chiara manifestazione di forza e ira, prime fra le virtù civiche poichè condizioni necessarie alla conquista e alla difesa della libertà, senza la quale tutti i più alti ideali umanistici,incentrati sulla dignità del'uomo, perderebbero orni reale significato. Quindi David è concepito nell'atto di fissare l'avversario; nel momento cioè di massima concentrazione fisica e psicologica in vista dell'azione da compiere: le sopracciglia sono aggrottate come a prendere la mira, mentre il braccio sinistro ripiegato sistema la fionda sulla spalla e il destro, con una brusca flessione del polso, prepara il sasso.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze