Il manierismo e i Carracci

Manierismo

Quella manierista è una corrente artistica prima italiana e poi europea del XVI secolo.
Jacopo Pontormo, trasporto di Cristo al sepolcro. Usa colori evanescenti, colori pastello e pone in evidenza il cangiantismo. Non c'è la prospettiva, sono assenti punti di fuga. È evidente che l'affastellarsi di corpi in modo indefinito è un richiamo di Michelangelo. Elementi di novità: è un'arte nuova, trasgressiva.
Il manierismo è quindi un'arte innovativa, ma riservata a una piccola élite che può capire il vero significato di questi quadri.

Ne "La madonna con bambino e angeli" sull'urna è riflessa una croce: il bambino sembra morto. Quindi è una chiara prefigurazione del tema della pietà.
[Imprimitura: quando i pittori dipingevano davano innanzitutto uno strato di colore chiamato imprimitura, che poi veniva coperto da altri colori. La funzione è di dare un'apparenza più chiara o più cupa al dipinto.]

Troviamo esempi di manierismo anche nel Palazzo Te di Mantova.

Andando però avanti nel corso del 500 questo tipo di arte tende a diventare ripetitivo e ad imitare se stesso.

I Carracci

Fine 500: Ludovico, Annibale e Agostino Carracci. Negli stessi anni opera a Roma Caravaggio. C'è la grande idea di riportare la realtà nella pittura. Sono grandissimi disegnatori. Già nella scelta di questi temi si distacca dal manierismo che si concentrava quasi esclusivamente sui classici. All'epoca vi era una vera e propria gerarchia delle raffigurazioni, in primis vi erano le figure divine, poi quelle mitologiche (queste prime due sono rappresentazioni di figura), e infine qulle di scene di vita quotidiana (pittura di genere).
I critici dicono che i Carracci sono degli eclettici, in quanto subiscono le influenze di più scuole pittoriche. Uno dei loro obiettivi è di fare una pittura che sia comprensibile a tutti; questo soddisfa anche l'esigenza legata alla controriforma (fare capire la fede anche alle persone più umili). Se il manierismo era accademico, loro fondano un'accademia (Accademia dei desiderosi, di cambiare), ma un'accademia diverse dalle altre. Infatti l'accademia dei Carracci è un'accademia libera, non sovvenzionata di istituzioni laiche i religiose e con accesso aperto a tutti. Se i manieristi erano elitari, i Carracci sono semplici e dipingono in modo diretto e realista. Paleotti aveva detto "i quadri devono portare santità, pietà, devozione e riconoscimento".

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email