marcvs di marcvs
Bannato 703 punti

Leonardo Da Vinci: La vergine delle rocce


Il primo incarico ufficiale di Leonardo a Milano gli fu assegnato dalla confraternita dell’Immacolata concezione di Maria, che nel 1483 richiese un polittico da collocare nella propria cappella all’interno della Chiesa di San Francesco Grande.
Esistono due versioni simili ma non identiche dipinte a pochi anni di distanza: una è conservata al Louvre di Parigi, l’altra è esposta alla National Gallery di Londra.
Sorse una vertenza tra Leonardo e i confratelli perché l’artista toscano chiedeva un compenso maggiore per sé e per la propria bottega. La richiesta fu accolta solo parzialmente, dopo molti anni e dopo che l’opera fu giudicata incompleta.

Nella tavola è rappresentato l’incontro narrato nei Vangeli tra san Giovanni Battista fanciullo e il piccolo Gesù dopo la fuga in Egitto.
Il gesto dell’angelo che indica con un dito san Giovannino rivolgendosi all’osservatore sottolinea l’importanza del sacramento del battesimo, incarnato dal santo.
La grande novità del quadro è la totale fusione tra i personaggi e la natura. La scena, avvolta nell’oscurità e resa tramite la prospettiva aerea, sembra lontana nello spazio e nel tempo. La luce filtra dorata dal fondo, ma illumina il gruppo anche frontalmente, presupponendo una seconda fonte di illuminazione esterna al quadro.
Leonardo riporta qui il suo celebre sfumato per esprimere non solo il movimento dei personaggi, ma anche la mutevolezza continua dei sentimenti, che viene resa attraverso gli atteggiamenti del corpo. In questa tavola tutte le figure sono fra loro concatenate da una complessa rete di gesti e di sguardi: la Vergine con la mano destra abbraccia e accoglie san Giovannino, introducendolo al cospetto del figlio, che protegge con la sinistra sospesa, formando con le braccia e il mantello una sorta di tabernacolo e fungendo da tramite fra i due come lo è tra l’umanità e Dio; Gesù benedice il cugino inginocchiato in atto di adorazione.
Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email