Giorgione

Vita

Giorgione ebbe una vita breve, mori per la peste a Venezia. Nasce a Castel Franco Veneto.
E' l'inizatore del tonalismo , pittura che da rilievo , profondita al chiaroscuro con pochissimi colori, grazie alla luce.
Il tonalismo venne accennato da Leonardo e poi ripreso da Giorgione,
Giorgione Faceva parte di un circolo di Umanisti fiorentini, intellettuali e misteriosi.
I loro scritti erano noti solo ai membri.
Questo fa si che le sue opere rimangano aperte a molti significati.
La formazione di Giorgione si compie da Bellini, e poi da Tiziano.

La Tempesta di Giorgione

Il verde p il colore dominante all'interno dell'opera. La tavola è 83x73.
E' detta la tempesta dai critici posteriori, per il lampo che vi è in sfondo. I due personaggi sono un soldato e una donna, tra i due non vi è conversazione, sono separati da un fiume. A sinistra c'è un muro di un' abazia interrotto.

In lontanaza un ponte e una città. La donna viene rappresentata nuda.

I tre filosofi

La composizione è suddivisa in due metà. Da una parte c'è un acceso cromatismo, dall'altro il buio, molto probabilmente l'entrata di una caverna. I personaggi personaggi sono tre e hanno in mano tre libri. Abbiamo rispettivamente un giovane, un uomo maturo e un anziano. Giorgione utilizza la prospettiva aerea. Il personaggio al centro guarda la caverna ed è quello più giovane.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email