IL DAVID

In questa statua è rappresentato il David, armato di fionda per affrontare il giagante Golia. Per l'espressione del viso del David, contratto per lo sforzo, Bernini si sarebbe ispirato al proprio volto, nei momenti in cui stava realizzando la statua.
L'energia fisica dell'azione si traduce in una struttura aspirale: la rotazione del busto e la postura del giovane che carica il peso del corpo sulla gamba anteriore.
le braccia e il busto sono contratti nello sforzo di tendere la fionda, lo sguardo severo e le labbra serrate. questa statua si trova alla Galleria Borghese al cnetro di una sala.

APOLLO E DAFNE

In Apollo e Dafne, Bernini realizza con un blocco di marmo una favola tratta dalle metamorfosi di Ovidio, in cui si narra come la Ninfa Dfne per sfuggire all'Amore di Apollo, chiede aiuto al padre chiedogli di trasformarla in una pianta di Alloro. si trasforma in una corteccia di albero.

FONTANA DEI QUATTRO FIUMI A ROMA

La scultura detta fontana dei Quattro Fiumi si trova a Roma al centro di piazza Navona ed è stata ideata dallo scultore e pittore Gian Lorenzo Bernini su commissione di Papa Innocenzo X. Si compone di una base formata da una grande vasca ellittica a livello della pavimentazione stradale, sormontata da un grande gruppo marmoreo, dove si eleva un obelisco egizio. Il monolite non poggiava su un gruppo centrale compatto, ma su una struttura cava, che lasciava cioè un vuoto al centro e sulla quale erano poggiati solo gli spigoli della base dell’obelisco.
Le statue rappresentano i quattro principali fiumi della Terra
-Il Nilo: si copre il volto con un panneggio, facendo riferimento all'oscurità delle sue sorgenti
-Il Gange: con un lungo remo che suggerisce la navigabilità del fiume
-Il Danubio: indica uno dei due stemmi dei Pamphilj
-Il Rio della Plata:vicino al quale le monete simboeggiano il colore argenteo delle acque

BASILICA DI SAN PIETRO

La basilica di San Pietro è uno dei più grandi edifici del mondo. E' collegato ai palazzi vaticani mediante un corridoio sopraelevato disposto lungo la navata destra e dalla Scala. L'esterno, in travertino, è caratterizzato dall'uso di un ordine gigante oltre il quale è impostato l'attico. Questa configurazione si deve sostanzialmente a Michelangelo Buonarroti. Invece, lungo le navate, presso i 45 altari e nelle 11 cappelle che si aprono all'interno della basilica, sono ospitati diversi capolavori, come diverse opere di Gian Lorenzo Bernini. La celeberrima piazza, notevole esempio di architettura ed urbanistica barocca, è dedicata all'omonimo santo ed è punto d'incontro per fedeli cattolici provenienti da tutto il mondo.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email