blakman di blakman
VIP 9176 punti

Il Polittico Roverella

Il polittico per l'altare della chiesa di San Giorgio fuori le Mura a Ferrara fu commissionato a Cosmè Tura dall'abate Bartolomeo Roverella per commemorare suo fratello il vescovo Lorenzo Roverella nel 1470;terminato nel 1474, fu in seguito disperso sul mercato antiquario. Roberto Longhi ne ricostruì l'assetto in base ai pezzi conservati in vari musei: il pannello centrale con la Madonna, il trono con il Bambino e angeli musicanti era sormontato da una lunetta con la Pietà e affiancato a destra da un pannello con Niccolò Roverella, san Martino e san Paolo e a sinistra da un altro pannello,perduto,con santi e Lorenzo Roverella, mentre la predella era costituita da sette tondi con Storie dell'infanzia di Cristo. Nel pannello centrale il trono della Vergine ha un'architettura surreale: è posto su un alto podio con due scale laterali e ha lo schienale a forma di nicchia conchigliata, ornato da tavole ebraiche, grappoli di bronzo, mascheroni grotteschi e putti dai colori metallici che reggono un festone di perle e corallo. La pallida Madonna, che regge il Bambino addormentato, ha un'espressione languida e sibillina coma una sfinge. Il manto che ne ricopre il corpo non ne evidenzia l'anatomia ma ricade in falde angolose che sembrano sbalzate nel metallo, così come quella degli angeli, i cui volti presentano espressioni diverse. I contorni sono taglienti e i colori freddi e intensi come smalti. Il verticalismo, evidenziato dalla disposizione di profilo dell'organo suonato dagli angeli in primo piano e dallo sviluppo del trono, è frenato dalla volta a cassettoni, ripresa in scorcio. Ancora più ardito è lo scorcio della lunetta. In essa è rappresentato Cristo adagiato sulle ginocchia della Madonna che gli sorregge le braccia, insieme a san Giovanni a destra. Attorno sono disposte le pie donne, Giovanni d'Arimatea e Nicodemo. Il corpo di Cristo è livido e legnoso, contratto e deformato dalla morte, all'opposto degli ideali anatomici classici;le espressioni dei dolenti sono marcate e teatrali e la cupa gamma cromatica enfatizza ancora di più la tensione drammatica della composizione.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email