Ominide 1027 punti

Statua di San Giorgio


La statua di San Giorgio venne commissionata dall'Arte dei Corazzai, fa parte del ciclo di 14 statue celebrative delle Arti fiorentine, il gusto gotico si rintraccia principalmente nel panneggio. Lo scudo del santo è un voluto riferimento all'arte dei corazzai. Alla fermezza fisica si accompagna la fermezza morale, come si può vedere dalla postura e dalla profondità del volto, con dei tratti pensosi; le gambe sono leggermente divaricate e lo scudo romboidale funge da punto di appoggio.
Il basamento è decorato dal bassorilievo San Giorgio e la principessa, dove si afferma la tecnica prospettica, la linea d'orizzonte è all'altezza della principessa e il punto di fuga sul dorso di San Giorgio.

Il rilievo è realizzato con lo stile prettamente di Donatello dello stiacciato. L'armatura di San Giorgio e lo stile delle ali rappresentano un perfetto esempio di stile tardo gotico. E' presente l'opposizione fra il mondo civile e quello primitivo, con l'opposizione fra il porticato e la caverna. Tale formella venne aggiunta presumibilmente nel 1417, ma riscosse immediatamente molto successo. L'opera decorava le nicchie esterne della chiesa di Orsanmichele e proprio per l'apprezzamento generale che riceveva le vennero riservate particolari attenzioni. Attualmente è conservata nei Musei Nazionali del Bargello. Una copia sostituisce l'originale nella nicchia della Chiesa.
Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email