Monumento funebre a Maria Cristina d'Austria

Questa scultura fu commissionata a Canova dal Duca Alberto di Sassonia-Teschen per ricordare la defunta moglie, la duchessa Maria Cristina.
Fu composto da Canova tra il 1798 e il 1805, parte finale della sua esistenza.
L'opera rappresenta il clima della poesia sepolcrale tardo settecentesca e si può legare all'opera I sepolcri di Foscolo.
L'opera si classifica come Cenotafio

Struttura:


    Forma piramidale, che ricorda la piramide di Caio Cestio a Roma e le tombe di Chigi di Raffaello.

    Vi è una processione che porta all'interno le ceneri della defunta.

    Il medaglione in gloria era già stato visto con Tiepolo.

Personaggi:


    il leone rappresenta la fortezza e il giovane con il vecchio la Pietà, entrambe caratteristiche attribuite all'estinta.

    il Genio alato rappresenta lo sposo, prostrato dal dolore;

    la palma è un simbolo di martirio;
    la porta è il simbolo del passaggio all'al di là;
    Sia la palma che la porta sono un esempio di iconologia, ovvero la rappresentazione di un concetto più grande attraverso dei semplici disegni.

    il corteo rappresenta l'indifferenza della morte rispetto a chi ha di fronte: bambino, giovani donne o anziani.

    Il significato di quest'opera è la meditazione sulla fatalità della morte

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email