Ominide 1312 punti
Questo appunto contiene un allegato
Canova, Antonio - Descrizione Amore e Psiche scaricato 45 volte

AMORE E PSICHE

Risale al 1783-1784 ed è l'esempio di un soggetto classico: la favola di Amore e Psiche ed ebbe molto successo nell'antichità e nel Rinascimento; rappresenta una storia d'amore tra una bellissima ragazza ed Eros (dio dell'Amore), contrastata da Venere (madre di Eros) perché invidiosa di Psiche.
Nella favola dello scrittore Apuleio, Eros risveglia Psiche addormentata da Venere. Canova rappresenta l'attimo in cui precede il bacio: l'abbraccio fra i due amanti inteso come amore ideale non come passione terrena. La struttura compositiva si basa su due linee curve contrapposte che formano una “X”. Il centro prospettico è sottolineato dalle braccia dei due amanti che isolano i volti. Prevalgono linee curve, morbide, delicati chiaro-scuri.
Canova aveva l'abitudine di levigare il marmo e di ricoprirlo con un sottile strato di cera ambrata. Questo strato conferisce ulteriore luce e morbidezza alla scultura. C'è un forte naturalismo nelle ali e nella resa delle superfici. La scultura è gradevole vista ruotando tutt'attorno.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email