Ominide 1312 punti
Questo appunto contiene un allegato
Buonarroti, Michelangelo - Mosé scaricato 16 volte

Mosè (Chiesa di S. Pietro in Vincoli a Roma)


È un capolavoro fatto per la tomba del papa Giulio II. Il papa pressò Michelangelo per anni con l'idea di una tomba grandiosa con decine di statue da collocare in S. Pietro in Vaticano, ma progressivamente il progetto venne ridotto e Michelangelo si dedicò su commissione dello stesso papa a dipingere la Cappella Sistina. La tomba invece fu realizzata con poche statue e messa a parete nella chiesa di S. Pietro in Vincoli.
Il Mosé è seduto con le tavole della legge, ha una barba fruente, la testa leggermente girata, lo sguardo intensissimo e due strane protuberanze sulla testa. Si racconta che Michelangelo per il Mosé abbia utilizzato un blocco di marmo già scolpito con una figura con la testa rivolta dall'altra parte e che egli l'abbia girata in breve tempo.

Sulla testa le corna possono essere una traduzione visiva di una parola ebraica che significa cono di luce. Queste corna simboleggiano una luce dietro alla testa. La figura è fortemente plastica, il soggetto biblico è reso con grande intensità: la forza fisica e morale del Mosé è espressa dal corpo potente e dall'espressione del volto.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017