Ominide 4479 punti

Sandro Botticelli

Sandro di Mariano di Vanni Filipépi,detto Botticelli,nasce a Firenze nel 1445. Egli conobbe anche Leonardo da Vinci. Dal 1470 aprì una propria bottega artistica. Lavorò per i Medici e risiedette a Roma per dipingere nella Cappella Sistìna. Ebbe una profonda crisi religiosa e aderì al movimento religioso del frate domenicano Gerolamo Savoranòla. Ciò lo ispirò per molte opere. Morì poi nel 510 a Firenze.
Botticelli era molto introverso ed era chiamato così perchè il fratello era un po' grasso o anche perchè il padre lavorava per produrre vino. Questo suo carattere viene fuori dai colori che lui assume nella realizzazione dei suoi quadri.
La primavera:
attorno al 1478 Botticelli dipinse per i de'Medici,la tavola rappresentante la Primavera. Questo dipinto venne portato nella Villa di Castello dopo il 1516. La scena si svolge in una natura verdeggiante in cui ci sono piante e fiori. In particolare alberi d'arancio e fronde di alloro. La lettura del dipinto avviene da destra a sinistra.Nella galleria degli uffizi di Firenze ci sono sia La Primavera che la nascita della Venere di Botticelli. La primavera è un'opera molto particolare,ha delle anomalie diciamo. Innanzitutto lo sfondo è l'aranceto,cosa strana poichè a Firenze non c'erano Aranceti. Egli era stato in Sicilia e li aveva visti.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email