Erectus 1118 punti

Bernini - Colonnato di piazza San Pietro

Il colonnato di Piazza San Pietro realizzato da Gian Lorenzo Bernini si prefigura come un intervento urbanistico a scala cittadina commissionatogli da Papa Alessandro VII. Il colonnato si compone di 284 colonne e 88 pilastri. La chiesa a pianta greca viene trasformata in una chiesa a pianta latina ovvero longitudinale rappresentando in questo modo la nuova concezione della religione che prevedeva che tutti i fedeli stessero di fronte all'officiante. A Bernini viene commissionata la revisione dello spazio antistante alla chiesa. La realizzazione dell'opera è resa possibile tramite due figure geometriche: un ellissi e un trapezio.
L'ellissi rappresenta l'abbraccio della chiesa cristiana ai cattolici per confermarli nella credenza, agli eretici per riunirli alla chiesa e agli infedeli per illuminarli.
Il trapezio invece è realizzato tramite due ali divergenti per coniugare la basilica al colonnato. Le ali sono divergenti perché se fossero state parallele a causa della deformazione prospettica sarebbero apparse congruenti al centro, Bernini si orienta verso questa scelta per avvicinare alla Basilica lo spettatore. Le colonne e i pilastri sono di ordine tuscanico disposte di quattro in quattro in quattro e sormontate da una trabeazione a balaustra continua o a capanna come nei templi classici.
La copertura poteva essere usata come un percorso processionale coperto e in prossimità della gronda sono collocate 162 statue di Santi disegnate da Bernini e realizzate ad alcuni suoi allievi.
Il timpano è di ordine classico e a terra sono collocati dei punti di posizionamento ovvero dei dischi di granito e se ci si posiziona esattamente sopra si ha l'impressione di una sola colonna e non di quattro.
Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email