Ominide 155 punti

Il baldacchino di San Pietro

Uno dei problemi avvertito da papa Urbano VIII dell'interno della basilica è costituto dal fatto che la zona dell'altare è difficile da far risaltare viste le dimensioni gigantesche della chiesa. Al Bernini, insieme alla collaborazione di Borromini, viene quindi chiesto di valorizzare questa zona per far capire dov'è il luogo più importante e far risaltare il ciborio. Venne così creato il baldacchino di San Pietro, un importante struttura in bronzo della scultura barocca romana. Nonostante l'estrosità formale e la mole, (è alto più di 28,5 metri ed è inserito nello spazio della confessione, sotto l'immensa cupola di Michelangelo) s'inserisce armoniosamente nella vastità della chiesa, apparendo esile e proporzionato, dando slancio verticale aumentato dal bronzo scuro. Il Baldacchino comunque non diminuisce l'impressione di profondità della basilica, ma l'aumenta, facendo apparire a chi entra ancora più lontana l'abside, inquadrata tra le colonne.
Le colonne sono suddivise in tre sezioni, l'inferiore con scanalature elicoidali e le due superiori con rami d'ulivo e alloro, popolate da putti, lucertole e api svolazzanti, simbolo dei Barberini, invita l'occhio a spostarsi da una curva all'altra del loro avvolgimento a spirale, favorendo una visione dinamica ed ascendente.
Le colonne tortili in bronzo sono riempite di calcestruzzo per dare robustezza.
Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email