Ominide 1061 punti

Nascita della fotografia e Nadar

Metà ‘800 è un periodo in cui si trasforma la società grazie alle scoperte tecnologiche che portano ad una differente distribuzione del lavoro che cambia la visione dell’uomo. In quest’ottica d’innovazione si mette anche l’invenzione della fotografia, che ha un’influenza notevole sul volto dell’arte. I fotografi lavorano soprattutto con i sali di argento, materiale fotosensibile. Le foto richiedevano esposizioni molto lunghe. La nascita della fotografia è per convenzione nel 1839 con il Dagherrotipo. Le case sono illuminate in più lati proprio per le lunghe esposizioni che permettevano al sole di compiere buona parte del suo percorso e illuminare più parti. Si vede un uomo che lucida le scarpe ad un altro. Non si vedono altri soggetti perché le lunghe esposizioni non permettono di catturare soggetti in movimento. L’innovazione avviene con l’invenzione della calotipia, che consiste nel passaggio di fissare l’immagine in un foglio di carta. Con il principio del positivo/negativo posso trasferire il negativo della pellicola sul positivo (foglio). Questa cosa permette di poter ripetere una foto tante volte, l’uso di materiali meno costosi e poter avere macchine più piccole fino ad arrivare alla prima compatta della Kodak. Il diffondersi di questi strumenti porta alla nascita della fotografia come arte.

Nadar è il primo fotografo artista importante. Intreccia l’arte fotografica con la pittura. Nasce come vignettista che faceva caricature per i giornali. Nadar rimane sempre appassionato alla novità. Compra uno dei primi aerostati su cui farà alcune foto dall’alto di Parigi. Nello studio di Nadar c’è una scritta come insegna fatta dal padre dei fratelli Lumière. Tra l’altro questo studio si trovava vicino al luogo in cui viene fatta la prima proiezione cinematografica. A livello storico Nadar è importantissimo perché fotografa personalità importanti dell’epoca (politici, intellettuali, artisti ecc.). Forma questo “Pantheon” dove ci sono caricature e fotografie. Nello studio di Nadar avverrà la prima mostra degli impressionisti (1874). Questo perché molti artisti non sono accettati nel salone principale dell’accademia. Le foto di Nadar giocano molto sul chiaroscuro, con una luce laterale.
Nadar è stato avvicinato ad Andy Warhol per la fotografia di persone famose. Sono personalità diverse del tempo che non solo fotografano i personaggi dell’epoca ma esaltano ancora di più la loro fama con l’uso della tecnologia. L’uso dell’immagine per la fama di questi diventa preponderante. La fotografia sostituisce il monumento, la pittura e la scultura.

Con la rivoluzione industriale, Zola e Hugo cominciano ad essere documentate le condizioni di tutte le persone e l’interesse di Nadar si sposta verso altre realtà. Egli scende anche nelle fogne di Parigi dove fa delle fotografie che mostrano le catacombe. Ci sono quindi foto non belle come la città dall’alto ma che fungono da importante documento storico.
Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email