Ominide 438 punti

Impressionismo

Siamo attorno al 1870 quando esce di scena Napoleone III e la Francia chiude la sua stagione imperiale, proclamando la Terza Repubblica. Parigi diventa la città delle luci in quel periodo, la ville lumiere; è il simbolo di questi anni.
La più grande novità artistica del secolo è l'impressionismo. Cominciano a nascere artisti appartenenti a formazioni e classi sociali diverse. Questi artisti sono accomunati dalla voglia di fare, dal rifiuto dell'accademismo e dal fatto che si riuniscono ogni venerdì al caffè Guerbois.

Tutto ciò che che percepiamo con i nostri occhi continua al di la del nostro campo visivo, diventa difficile cogliere qualcosa che è bloccato. Non si tiene più conto alla prospettiva, in quanto lo spazio non può essere imprigionato.
La realtà che noi vediamo è molto dinamica, va oltre i confini del quadro. L'impressionista prende spunto dall'impressione che ha di ciò che vede, la proietta rielaborandola sulla tela. Tutto deve essere colto velocemente, cogliere l'attimo fuggente, non bisogna soffermarsi sui dettagli.

Non esiste più una linea di contorno né il chiaroscuro, vengono usati i colori puri accostati. Nuove scoperte ottiche (Chevreul) vanno a pari passo con il movimento. La luce è la componente fondamentale, perché determina la percezione dei vari colori. Prende piede la fotografia.

Gli impressionisti usano pennellate veloci, di tocco, a virgola, picchiettature, macchiette o trattini. Vengono aboliti il bianco e il nero. Dipingono all'aria aperta, en plein air. Uno dei soggetti prediletti è l'acqua. L'inizio vero e proprio del movimento è databile al 15 Aprile 1874 e si chiude nel 1886, perché gli artisti prendono vie autonome.
A esordire li aiuta il fotografo Felix Nadar il quale intuisce l'eccezionalità di questi artisti; li ospita nella sua galleria 'La società anonima degli artisti'.
La mostra è un fallimento. Il critico d'arte Leroy davanti ad un dipinto di Monet - L'impressione del sole nascente scrive " Una carta da parati al suo stato iniziale è più rifinita di quest'opera" "Questi artisti sono proprio degli impressionisti!" E' da quel commento deriva poi il nome del movimento. I principali esponenti del movimento sono Manet, Monet, Degas e Renoir.

Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email