Ominide 1075 punti

Dalì


Salvador Dalì l’autore che più si lega al surrealismo, movimento dal quale non si staccherà mai. Non fa dipinti astratti; gioca sull’estraniamento di elementi reali.
Nell'opera "Sogno provocato dal volo di un'ape", c’è un’ape e un melograno, che rappresenta sofferenza. Il ronzio dell’ape è la paura di essere punti. La donna che sta dormento è Gala, la donna di Dalì, che stava con un altro e si mette con il pittore. È la sua musa ispiratrice. Egli era così innamorato della donna che si è ricoperto di feci in spiaggia per attirare le mosche (che a Gala piacevano molto). Segno dell’amore per lei è la proiezione dell’ombra a terra; essa è come levitata da terra e il melograno (solitamente simbolo di sofferenza) ha un’ombra a forma di cuore.
Il dipinto rappresenta anche la paura che il suo grande amore venga punto. Nel sogno egli vede un fucile e due tigri, gialle a strisce nere con il padre. La tigre mangia un’altra tigre, che viene mangiata da un pesce, che viene mangiato da un melograno (sofferenza). Dietro c’è un elefante con zampe lunghissime, che nasce dall’acqua (con un obelisco sopra di sé). Esso è un simbolo positivo; fin dall’epoca medievale romanica era utilizzato nelle chiese come animale positivo. Esso rappresenta il sollievo; è fatto come di acqua e di cristallo; l’acqua rappresenta un elemento positivo nei confronti della ferita.
Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email