Ominide 1778 punti

I vari edifici della poleis

Un degli edifici, la stoá, ossia il porticato, aveva un architettura organica.
Nel caso della stoá di Piade, ma anche in altri casi, vi erano delle decorazioni con dei miti come quello di Teseo. In queste situazioni, le decorazioni venivano attaccate al muro, proprio come nel fregio, infatti avevano una funzione simile ad esso.
Nelle agorá, dove vi erano vari quartieri, specializzati in molte attivitá, vi erano degli edifici che servivano per le riunioni della Bule, che aveva potere amministrativo.
Un esempio era il Tholos di Pritoneo, ossia un edificio a forma di cerchio circondato da colonne, in questo edificio vi erano appunto i Pritoni, ossia i magistrati.
Attraverso l'agorá, la piazza, vi passava una via sacra, quella via che partica dall'asty (zona bassa della città) e arrivava all'acropoli, questa strada venivano usate per le processioni come le Panatenee, per poi giungere appunto agli edifici sacri. Ad Atene, in questa zona, leggermente disposto dalla piazza, vi era un tempio dedicato al dio Efesto. Questo tempio era dorico e esastilo, tutt'ora è ben conservato, nelle metope, come nel tempio di Zeus a Olimpia, vi erano rappresentate le fatiche di Ercole e dei miti riguardanti la figura di Teseo. C'erano anche dei riferimenti al figlip di Eracle, Telefo.

Hai bisogno di aiuto in Epoca Classica e Pre-Classica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email