Ominide 78 punti
Questo appunto contiene un allegato
La stele di Berlino scaricato 0 volte

La stele di Berlino

Un piccolo rilievo (cm 32,5*39) proveniente da Tell el-Amarna che rappresenta Akhenaton e la sua famiglia, oggi conservato all'ägyptisches Museum di Berlino, ci testimonia meglio di altro esempio le nuove modalità di rappresentazione.
In esso Akhenaton bacia con dolcezza Meritàton, la figlia primogenita, sostenendole delicatamente la testa con la mano sinistra. Di fronte al marito siede la bellissima regina Nefertiti con in braccio le due figlie minori. La prima siede sulle ginocchia della madre e, rivolgendosi a lei in un intimo e affettuoso colloquio familiare, indica il padre con la manina destra tesa. La seconda, più piccola, si aggrappa alla spalla sinistra della madre, protendendo anch'essa il piccolo braccio destro verso il padre. L'intera scena si svolge sotto il ricorrente disco solare di Aton, che diffonde doni attraverso i suoi 19 benefici raggi. Di questi, i primi due in corrispondenza del naso del faraone e della regina terminano con altrettante croci ansate (ankh), che rappresentano simbolicamente la chiave della vita, mentre gli altri hanno per terminazione delle piccole mani, che alludono ai doni che la divinità offre agli uomini attraverso la famiglia del faraone. La stessa cura posta nella realistica descrizione degli stati d'animo viene riservata anche alla rappresentazione dei particolari dell'arredo e del vestiario, in modo da completare l'immagine di una famiglia unita e serena, colta nel contesto di una scena di semplice vita quotidiana. Mai più, in seguito, l'arte egizia avrebbe dimostrato una volontà così evidente di documentare la realtà.
Hai bisogno di aiuto in Epoca Classica e Pre-Classica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email