Ominide 16919 punti

Sarcofago dipinto da Haghia Triade

Descrizione del soggetto: La scena, di carattere rituale, è dipinta su un sarcofago in pietra, utilizzato forse come sepoltura reale. Su una fiancata si raffigura una cerimonia sacra. A sinistra si trovano due sacerdotesse, riconoscibili per la pelle chiara. Speculari a queste, nella parte destra, figure maschili recano altre offerte al sacerdote. Il linguaggio visuale: La composizione segue i principi di stilizzazione tipici dell’arte cretese: i soggetti sono disposti simmetricamente e compongono un andamento ritmico che indica un lento procedere cerimoniale. Le figure umane, pur simili nelle dimensioni e nell’atteggiamento, presentano differenze tra loro, quali il colore dei tessuti e le acconciature. Le linee si svolgono in andamenti continui, che in gran parte seguono morbidamente i contorni stilizzati delle figure. I colori, contrastati tra loro, sono uniformi e privi di chiaroscuro, annullando il senso del volume. Un rito cerimoniale: Il lento procedere delle figure suggerisce la sacralità del rito. Anche se stilizzate, queste sono ricche di movimento, indicato dalla flessuosità della posa. La luminosità e la vivacità dei colori, con le molte decorazioni, accentuano il senso di serena armonia proprio di questa civiltà. Le due ace bipenni sono probabilmente simboli rituali minoici di buon augurio. La prima sacerdotessa, vestita con vello di pecora, versa del liquido, forse il sangue dell’animale sacrificato, in un cratere. La seconda sacerdotessa porta due situle (vasi a tronco di cono rovesciato). Un musico la segue suonando la lira.
Hai bisogno di aiuto in Epoca Classica e Pre-Classica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email