blakman di blakman
VIP 9176 punti

Il Mosaico di Palestrina

Tra le varie scuole locali ellenistiche, quella alessandrina si specializzò nella pittura topografica, dedita alla rappresentazione di luoghi, con animali e popoli che abitavano le regioni illustrate. Il documento più significativo è costituito dal grande mosaico - più di 30 metri quadrati - trovato a Palestrina (Roma). Il soggetto raffigurato è una veduta a volo d'uccello del corso del Nilo e consente di attribuire l'originale a un pittore alessandrino. Il paesaggio è dominato dall'acqua: la parte superiore del corso del fiume, corrispondente alla Nubia, è popolata da animali selvatici e pigmei a caccia, mentre nella zona più bassa, corrispondente al delta del fiume, sono raffigurati uomini, animali domestici, città e templi dove si svolgono cerimonie sacre e banchetti. Oltre agli animali, talvolta accompagnati da didascalie, popolano il Nilo le barche dei pescatori, alcuni soldati, sacerdoti e devoti. Il soggetto preso con un gusto classificatorio ed erudito dell'illustrazione, evidente nella raffigurazione precisa degli animali e nell'indicazione dei loro nomi.

Hai bisogno di aiuto in Epoca Classica e Pre-Classica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email