Video appunto: Scriba e segreti della scrittura

Lo scriba e i segreti della scrittura



Gli scribi erano alti funzionari dello Stato addetti alla stesura dei testi ufficiali, una professione privilegio di pochi. Unici depositari dei segreti della scrittura, godettero di un notevole benessere economico e di grande considerazione sociale. Questa statuetta , proveniente da Saqqara (Basso Egitto), rappresenta uno scriba seduto per terra, nella posa classica a gambe incrociate.
Ha il busto eretto e il fisico un po’ pingue; con le mani tiene teso un papiro appoggiato sulla stoffa della gonna che indossa, detta perizoma. La mano destra doveva impugnare il calamo di canna necessario per la scrittura. Ha un’espressione orgogliosa, sottolineata dagli occhi intarsiati e il suo sguardo attento sembra fissare un punto oltre l’osservatore.

I preziosi rotoli di papiro



Il supporto per la scrittura era costituito principalmente dal papiro, una pianta che cresceva rigogliosa lungo le rive del Nilo. Dagli steli venivano ricavate delle striscioline che sovrapposte e pressate insieme formavano dei fogli, successivamente incollati uno all’altro in rotoli. I rotoli di papiro, solitamente alti 25-30 cm e lunghi anche diversi metri, costituirono un’invenzione straordinaria e gli Egizi furono i primi ad impiegarne le fibre come supporto alla scrittura. Molto più maneggevoli delle tavole di pietra o di argilla, grazie al secco clima egiziano, si sono conservati perfettamente per migliaia di anni.