Ominide 2387 punti

Fori imperiali: sono una serie di piazze monumentali e seguono una coerenza logica con un percorso ben stabilito e uniscono sacro e terreno. I vari fori si incastrano e si integrano tra di loro e i vari ambienti si trovano su livelli diversi.

Foro di Cesare (51 - 46 a.C.): Era una piazza con portici e al centro il tempio dedicato a Venere Genitrice (madre di Enea e dei romani), la cella si divideva in 3 parti da due file di colonne con una statua equestre di Cesare. Venne inaugurata da Cesare e oggi ne rimane più della metà
(esempio classico di tempio romano).
Foro di Augusto: si collega al foro di Cesare e si ispira ad essa con una piazza porticata con il tempio dedicato a Marte e Venere (madre e padre) e al centro la statua del fondatore. Ha una pianta irregolare perchè si adatta ai condotti fognari. Alla base del tempio vennero eretti 2 archi trionfali per Druso minore e Germanio per la vittoria sugli Armeni.
Foro di Nerva (98 d.C.): restano solo le colonnacce ed era dedicato a Minerva e voluto da Domiziano ma inaugurato sotto Nerva. La sua forma fu condizionata dallo spazio restante e all'estremità della piazza c'era il tempio.

Templum pacis (75 d.C.): fu voluto da Vespasiano ma concluso da Domiziano e inaugurato dopo la vittoria per la guerra giudaica e dedicato alla Pax Augustea. Era una grande piazza con portici sui 3 lati oggi ne resta poco)
Foro di Traiano (112 - 113 d.C.): E' il più esteso e monumentale dei fori e venne usato a vari scopi e comprendeva un ingresso, una piazza con la statua equestre dell'imperatore, 2 esedre e 1 cortile con la colonna traiana e 2 biblioteche. Il tempio divinizza l'imperatore.

Hai bisogno di aiuto in Epoca Classica e Pre-Classica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email