Ominide 180 punti

Etruschi-Architettura e scultura

Architettura religiosa-il tempio

Del templi etruschi ci sono giunte solo i basamenti perché essi erano costruiti con materiali deperibili (legno, terracotta). Sappiamo quale dovesse essere il loro aspetto grazie all'opera di Vitruvio.
Il tempo poggia su un podio ed e accessibile tramite una scalinata frontale (propileo); il pronao (la parte che separa l'interno dall'esterno) è formato da 2 file di 4 colonne ciascuna: le colonne vengono classificate da Vitruvio come appartenenti all' ordine <<tuscanico>> (un incrocio grossolano tra ordine dorico e ordine ionico). Le colonne sono in legno, prive di scalanature e vivacemente policromate (colori vivaci=modo per appianare la cattiveria degli dèi), poggiano su una base (1 plinto a base quadrata più 1 toro), sono rastremate verso l'alto ma prive di entasi. Il capitello è modesto; il tetto è a due falde come nelle abitazioni etrusche. Gli unici motivi decorativi del tempio etrusco sono gli acroteri e le antefisse (in terracotta). Il tempio non è considerato la dimora terrena di un dio (come per i Greci), ma luogo a lui consacrato per pregarlo e onorarlo. All'interno abbiamo 3 celle con statue dedicate a 3 divinità diverse.

Architettura religiosa-le tombe

Le tombe etrusche assumono tutte le caratteristiche della casa (con cibi, arredi, utensili) per ricreare un ambiente familiare e per sopravvivere nel mondo dei defunti, mentre le pareti vengono vivacemente dipinte con la tecnica dell'affresco. Le tombe etrusche sono in genere riunite in necropoli al di fuori delle mura della città.
Abbiamo 3 tipi di tombe: a ipogeo (1), a tumulo (2) e a edicola (3).
1) Sono tombe scavate sotto terra. Ricordiamo l'Ipogeo dei Volumni: vi si accede attraverso una scalinata da cui si accede ad un atrio rettangolare, al fondo del quale si trova la camera sepolcrale; ai lati dell'arrivo abbiamo altre quattro piccole stanze che servono per i riti funebri o per depositare le offerte.
2) Vengono ricoperte da un tumulo di terra formando una collinetta artificiale. Queste tombe si articolano, come le ipogee, in una o più camere sepolcrali. Le tombe più antiche sono formate solo da una camera circolare coperta da una pseudo-cupola (blocchi di pietra aggettanti all'interno, l'ultimo blocco sostenuto da un pilastro).
3) Costruite fuori terra. Sono piccole, con una sola camera, e hanno la forma di un tempio etrusco e, quindi, di una piccola casa.

Scultura votiva

Oltre a seppellire i corpi, gli Etruschi praticavano la cremazione. Le ceneri del defunto erano contenute inizialmente nelle biconiche (urne formate da due elementi in terracotta di forma simile a dei tronchi di piramide) e poi nei canopi.

I primi canopi risalgono all'antico Egitto: essi avevano coperchi a forma di animale (perché le divinità egizie avevano teste di animali). I canopi etruschi sono in terracotta e il loro coperchio richiama una testa umana, mentre le anse richiamano braccia innaturalmente piccole. Viene utilizzata la tecnica del "bucchero", cioè una ceramica di colore grigio-nerastro.
Abbiamo due ipotesi circa la realizzazione del bucchero:
-i legni durante la cottura creano con l'argilla combinazioni chimiche (e questo non è possibile perché anche l'interno del vaso è di questo colore);
-viene mescolata all'argilla la cenere dei carbone (ipotesi più accreditata).
Gli Etruschi realizzarono anche i sarcofagi (in pietra o in terracotta). Essi sono costituiti da un'arca e da un coperchio. L'arca inizialmente era a facce lisce, ma in seguito viene decorata con bassorilievi. Il coperchio raffigura un letto triclinare con i due coniugi sdraiati. Ciò non significa che la bara contiene i corpi dei coniugi, ma serve sempre a ricreare un ambiente familiare.

Hai bisogno di aiuto in Epoca Classica e Pre-Classica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email