Era la porta principale di Atene, una corte rettangolare posta fra il quartiere dei vasai, vasi attici, e l'area che diventò il cimitero ufficiale della città, dopo che si iniziò a seppellire fuori dalle mura, nel corso del VII sec. a.C.
La Porta Sacra, nella zona del Dipilo, dava accesso alla Via Sacra in direzione di Eleusis e vicino alla porta, sono ancora visibili alcuni tratti delle mura di fortificazione fatte costruire in tutta fretta da Temistocle nel 479 a. C.
Sulla strada che conduceva dalla Via Sacra sl Ceramico si allineano interessanti ,monumenti funerari,la maggior parte dei quali presentano scene figurate di addio al mondo dei vivi. Ma esistono anche dei magnifici monumenti eretti in memoria dei cittadini più illustri di Atene, come per esempio Clistene e Pericle. Quest'ultimo pronunciò in questo luogo il suo famoso discorso per gli Ateniesi caduti durante il primo anno della Guerra del Peloponneso, un capolavoro di oratoria, tramandatoci da Tucidide. Un toro, rappresentato in atto di assalire, costituisce uno dei monumenti funerari che più colpiscono, e nello stesso tempo uno dei più originali.Nel corso dei secoli, tutta una serie di sepolture vi si sovrapposero in questo luogo sulle tombe antiche, le quali furono scoperte solo nel 1861 durante la costruzione della strada che univa Atene al suo porto. Gli stupendi reperti che vi furono recuperati furono trasportati al Museo Archeologico Nazionale, ma numerose pietre tombali dei VI sec a.C., tra cui qualche bassorilievo di eccezionale valore artistico, sono esposte nel museo costruito sul luogo.

Hai bisogno di aiuto in Epoca Classica e Pre-Classica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email