Ominide 1402 punti

Colonne onorarie


Le colonne onorarie sono strutture di tipo celebrativo romane, costituite da una colonna che poneva sulla sua sommità (capitello) una statua del personaggio che si voleva celebrare. Se ne distinguono di due tipi:

-tipologica:
Questo tipo è stato realizzato principalmente nell'epoca preimperiale. Le colonne onorarie tipologiche sono semplici colonne architettoniche alle quali veniva aggiunta la statua del personaggio che non rappresentava la fattezza fisica del personaggio da celebrare ma una figura qualsiasi nella quale fossero riconoscibili degli elementi caratteristici di quel personaggio (ad esempio una toga o un'armatura). Contenevano una targa che riportava il nome del personaggio.
-coclide:
Questo tipo era usato in epoca imperiale dagli imperatori che volevano farsi propaganda. Le colonne onorarie coclidi presentavano un maggiore livello di decorazione; sul fusto presentavano un motivo decorativo a spirale, che raccontava con immagini una storia come un nastro continuo. Esse avevano anche una funzione funeraria poiché potevano contenere al loro interno le ceneri dell'imperatore. Esistono due colonne di questo tipo:

-colonna antonina (o aurelina): venne costruita novant'anni dopo la morte dell'imperatore Marco Aurelio per celebrarlo in quanto aveva difeso il confine orientale dalle popolazioni straniere. La decorazione a spirale che ne circonda il fusto ne rappresenta le battaglie. Gli artisti utilizzavano la tecnica dell'altorilievo per far emergere le figure e quindi dare maggiore pathos.
-colonna traiana: venne fatta costruire da Traiano tra il 110 e il 113 d.C. ed è posta nel Foro traiano, per celebrare le due campagne vittoriose dell'imperatore per conquistare la Dacia (l'odierna Romania). L'autore è Apollodoro di Damasco, l'architetto del foro romano e del pantheon che aveva accompagnato l'imperatore nelle due campagne militari. La grandiosa colonna, di ordine tuscanico, è alta complessivamente quaranta metri ed ha un diametro che varia dai 3,70 metri ai 3,20 metri. La colonna è fasciata da un lungo nastro figurato che narra le vicende delle spedizioni: le fasi delle battaglia ma anche scene di vita quotidiana. La tecnica utilizzata è il bassorilievo; siccome le figure sono schiacciate necessitano di una lettura lenta e progressiva.
Hai bisogno di aiuto in Epoca Classica e Pre-Classica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email