La Colonna Traiana

La Colonna Traiana venne eretta nel secondo secolo a.C. nel Foro Traiano per celebrare le due campagne vittoriose contro la Dacia, l'attuale Romania. La colonna, di ordine tuscanico, è composta da un toro ornato di foglie di alloro, da un fusto formato da diciasette rocchi di marmo e dal capitello. Aggiungendo anche l'alto piedistallo e il supporto della statua, l'altezza complessiva è di circa quaranta metri.
Il piedistallo ha una base liscia, quattro facce con rappresentazioni di armi e armature. Sul lato sud-est si apre la porta d'ingresso che percorre il fusto cavo della colonna, e altre piccole stanze. Una delle quali custodiva due urne d'oro con le ceneri di Traiano e di sua moglie.
La colonna è internamente fasciata da un lungo nastro figurato che narra i fatti più importanti accaduti delle due guerre contro la Dacia. I rilievi sono realizzati da Apollodoro di Damasco. La porzione inferiore della colonna mostra episodi della prima campagna, mentre alla seconda è destinata la restante parte. Sono separate dalla figura della Vittoria Alata. La sua postura riprende delle statue di Venere greche. Apollodoro vuole esaltare le virtù dei Romani capaci di rispetto e ammirazione anche per i barbari.
Hai bisogno di aiuto in Epoca Classica e Pre-Classica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email