Arte paleocristiana

Arte Paleocristiana
La nascita di Gesù e le invasione barbariche contribuiscono alla crisi dei romani. La nascita di Gesù contrasta i principi dell’impero, poiché non riconosceva come Dio l’imperatore e vede l’uomo sottomesso. Da questi contrasti scaturirono le persecuzioni romane e le eventuali costruzioni delle catacombe, luoghi dove i fedeli cristiani commemoravano i propri morti (ciò non accadeva per i pagani che cremavano i corpi), funsero da nascondiglio per i cristiani. Attribuirono come simboli della loro religioni immagini già esistenti con significati differenti (pesce, uva, agnello). Contrariamente ai riti pagani che venivano celebrati all’esterno dei templi, in quanto solo il sacerdote vi poteva accedere all’interno, le funzioni religiose cristiane, consistenti nella preghiera collettiva e quindi con la presenza di tutta l’ecclesia, si svolsero al chiuso, inizialmente nelle domus ecclesia, una stanza che il fedele più benestante conservava per ospitare tutti nella raccolta della preghiera.
Dopo l’Editto di Milano (o di Costantino), nel 313 i primi edifici adibiti al culto vennero costruiti avendo come modello le basiliche romane (dove si amministrava la giustizia, cioè tribunali), realizzate per contenere grandi moltitudini di persone. La basilica paleocristiana ha un andamento longitudinale e l’ingresso, differentemente dalle basiliche romane, è sempre collocato in uno dei lati minori. L’interno della basilica è diviso in navate da due o più serie di colonne. La navata centrale è solitamente più ampia e più alta e permette l’inserimento delle finestre, terminando con un’abside, orientata ad Est, dove sorge il sole e ciò simboleggia la luce di Cristo. L’abside si compone di un semicilindro, innestato sulla parete di fondo, sormontato da un quarto di sfera a cui si da il nome di catino absidale. Talvolta il corpo longitudinale è tagliato trasversalmente da un'ulteriore navata che prende il nome di transetto. La Basilica quindi assume forma di Croce:
- Croce Latina: braccia del transetto più corti delle navate;
- Immissa: transetto posto a 2/3 del corpo longitudinale;
- Commissa: transetto in fondo (forma di una T);
- Croce greca: braccia del transetto uguali alle navate.

Hai bisogno di aiuto in Epoca Classica e Pre-Classica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove